Italia, il paese che va alla rovescia. “1984” di George Orwell è già tra noi

Povia

Una volta tanto che un personaggio pubblico parla apertamente dei reali problemi che affliggono la nostra società, viene attaccato e denunciato, addirittura, da un’associazione che dovrebbe tutelare gli interessi del cittadino. Da un certo punto di vista fa pure ridere, vista l’assurdità di questi personaggi che per qualche secondo di notorietà son disposti a tutto. Oramai il paese gira al contrario. Chi fa del bene viene attaccato e demonizzato, e chi fa del male viene osannato.

Come ben sappiamo queste associazioni non fanno altro che i loro sporchi interessi. Come mai nessuno non ha mai sporto alcuna denuncia nei confronti di chi realmente ha distrutto il nostro bel paese portandolo al baratro? Una classe politica che negli ultimi 30 anni ha svenduto e distrutto un’intera nazione e nessuno che si sia mai indignato? Tutti che, ovviamente, hanno taciuto per interessi personali. Perché la cultura italiana è proprio basata su questo fondamento: fintanto non tocca a te, “chissenefrega”!

Dove sarebbe questo vilipendio? E l’incitazione all’odio razziale? E quali sarebbero i messaggi subliminali?

E i messaggi subliminali che riempiono le immagini delle nostre TV non le vedete immagino, no? Ah si son tutti cazzate da complottista.

Povia è in decadimento o siete voi che cercate un po’ di pubblicità? Cosa non si fa per avere qualche secondo di protagonismo in questo paese di falliti!

Massima solidarietà a Giuseppe Povia, uno dei pochi a trattare argomenti delicati nelle sue canzoni. Di gente così ha bisogno questa nazione e non di bugiardi e falliti che hanno agevolato la distruzione di una nazione e la sofferenza di milioni di persone.

Ecco il testo  relativo ad assotutela.

ROMA: ASSOTUTELA DENUNCIA IL CANTANTE POVIA PER VILIPENDIO
Parte l’esposto per istigazione alla violenza e all’odio razziale

Roma – “Ha perso un’altra occasione per stare zitto il cantautore Giuseppe Povia”. Lo dichiara in una nota il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato.
“In questi giorni difficili dove il mondo è minacciato dall’Isis e le comunità ebraiche sono in tensione per il timore di eventuali attacchi ci manca la genialata di Giuseppe Povia gettare fuoco sulla benzina. Il nuovo brano ‘CHI COMNDA IL MONDO’ contiene anche nel clip ufficiale immagini riferimenti a personaggio e messaggi subliminali che a nostro avviso alimentano l’antisemitismo.
Nelle prossime ore, in collaborazione con i nostri legali, stiamo valutando un esposto alla procura di Roma per istigazione alla violenza e all’odio razziale, mi meraviglio –  conclude Maritato – della superficialità con la quale vengano elaborati certi testi e vengono accostate alcune simbologie apparentemente contro gli Ebrei, spero vivamente non sia stata una trovata pubblicitaria di un’ormai stella cadente, ma solo un grande fraintendimento.

Fonte:

http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=14467&arg=1&red=1

Video “Chi comanda il mondo”