African-affaristi in Italia!

Siccome sto cercando di vendere della roba, stamattina mi ricontatta la stessa persona cui ho venduto l’anno scorso dei capi di abbigliamento usati. Ieri sera ho inserito un’annuncio e mi ha contattato immediamente. Come la volta precedente. E’ un ragazzo di colore, che mi ha dato appuntamento dopo 10 minuti. Quindi da questo ho avuto la conferma che lo fa per mestiere.  L’ho fatto venire nuovamente fino a casa per mostragli un paio scarpe, in vera pelle, pagate 200,00 € e usate una sola volta, messe in vendita a 50,00 €. Difatti la pelle è ancora rigidissima. Le guarda con estrema minuziosità, gli fa fatto praticamente una radiografia, e se ne esce con “sono state usate più di una volta, perché sono rovinate sulla suola e non sono costate 200,00 €, io me ne intendo”. Al che mi son girati i cosiddetti perché le ho pagate davvero 200,00 € e le ho usate un paio di volte e la suola era praticamente nuova. Farmi fare questi appunti da questo personaggio, che compra la roba e poi la rivende, non regala come sostiene lui, ai suoi fratelli africani, mi dà ancora più fastidio.

Mi ha offerto 35,00 €. Già la volta precedente mi ha fatto incazzare perchè mi ha fatto perdere del tempo e gli ho rinnovato l’invito a non venire più a fare l’affarista e l’esperto che non è.

Gli ho detto se voleva due borsette per ragazza. Mi risponde che sono vecchie e che non si usano adesso… Andiam bene ho detto! Bene messo a posto tutto, l’ho mandato via!

Come cazzo gira questo paese, africani che vengono qui a comprare la roba per rivederla nel loro paese che cercano di fare gli affaristi e gli intenditori di materiali anche molto costosi.