Svolta in Siria: Esercito Iraniano, Hezbollah ed Esercito Arabo Siriano, pronti ad opera di derattizzazione!

Dopo oltre quattro anni di guerra, ordinata dai sion-americani, in Siria, nei prossimi giorni ci sarà finalmente una svolta. I mercenari non riescono a piegare completamente l’Esercito Arabo Siriano nonostante le continue forniture di armamenti da parte dei Paesi filo-sion-americani! Proprio quei paesi che sbandierano ai quattro venti il voler distruggere il terrorismo internazionale. Proprio coloro che lo finanziano e lo riforniscono di armamenti.

Qualche giorno fa David Cameron, primo ministro della Gran Bretagna, ha dichiarato apertamente che continueranno ad appoggiare i terroristi in Siria perchè il presidente Bashar Al Assad deve essere destituito.

https://disquisendo.wordpress.com/2015/06/05/la-gran-bretagna-dichiara-ancora-guerra-alla-siria/

Dicevamo che nei prossimi giorni ci saranno delle novità: l’esercito Iraniano parteciperà direttamente in territorio siriano, insieme ad Hezbollah, alla controffensiva dell’Esercito Arabo Siriano, volta alla derattizzazione del suolo Siriano da tutta la feccia foraggiata dall’occidente che da oltre quattro anni causa distruzione, sofferenza e morte!

Onore al popolo Siriano e al presidente Bashar Al Assad che hanno resistito per tutto questo tempo alla follia dell’occidente. Che sia arrivato finalmente l’ora della rinascita della Siria!

Ricordo che il popolo Siriano non ha mai chiesto nulla all’occidente, e anche se l’avesse fatto, ciò che hanno messo in atto è semplicemente folle e ingiustificabile. Nessun presidente deve essere destituito con la violenza. Ma si sa che l’occidente, nella sua storia, ha sempre portato morte e distruzione in giro per il mondo.

Fa riflettere il silenzio assordante del popolo occidentale sulla questione Siriana, in quella Ucraina, Libica, Irakena, Yemenita, Venezuelana e di tutti i paesi che sono sotto attacco sia militare che mediatico, dei governantanti occidentali. Come se la guerra potesse mai risolvere qualcosa.

Qualche settimana fa c’è stata la chiamata ufficiale alle armi di Hassan Nasrallah, il leader di Hezbollah, in aiuto della Siria.

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=120016 Non dimentichiamo che Hezbollah è dall’inizio che aiuta l’Esercito Arabo Siriano!

TG24 Siria https://www.facebook.com/Tg24Siria/posts/1130378126989277:0

IRAN DECIDE INTERVENTO MILITARE DIRETTO IN SIRIA

iran-siria

Diverse fonti di informazione arabe locali riferiscono che le autoritá iraniane avrebbero deciso la via dell’intervento militare diretto in Siria, mobilitando parte di alcuni settori dell’esercito iraniano, per sostenere la resistenza dell’Esercito Arabo Siriano.

La discesa sul campo di battaglia siriano delle “Guardie della Rivoluzione Iraniana” é stata decisa anche per controbilanciare l’appoggio dei neo-Ottomani turchi e dei bevitori di piscio di cammello Sauditi loro alleati, i quali avrebbero fornito recentemente e direttamente a Jabat al-Nusra e DAESH-ISIL nuove forniture militari con armi moderne e carri blindati.

Sarebbero stati segnalati intensi movimenti di truppe di terra e di aerei da trasporto che starebbero trasferendo almeno una divisione iraniana in una area di confine al nord della Siria, in modo da predisporre la controffensiva, sotto la supervisione del generale iraniano Soleimani in coordinamento con i Comandi Militari di Damasco.

L’offensiva é destinata a riprendere il controllo totale di Palmira e dell’area di Sangour, per poi lanciare un attacco massiccio contro le postazioni del DAESH-ISIL, Jabat al-Nusra e micro-groppuscoli di bande mercenarie jihadiste al seguito insidiatesi nella provincia di Idlib sotto copertura dell’intelligence militare turca.

Il rischio potrebbe essere quello di uno scontro diretto con le forze armate della Turchia, le quali appoggiano ormai apertamente tutti i gruppi terroristici operativi in Siria, ma sará difficile che la Turchia di Erdogan accetti tale confronto: non si é confrontata direttamente con l’Esercito Siriano sin’ora, nascondendosi sempre dietro alle bande dei tagliagole takfiri, figurarsi se si confronterá con i due eserciti siriano e iraniano uniti (…e appoggiati per giunta da Hezbollah, dalle Forze della Difesa Nazionale e Formazioni Patriottiche Popolari…).

Il generale Soleimani aveva dichiarato pochi giorni fa : “Il mondo sará meravigliato da quanto sará realizzato dalle forze iraniane in congiunzione con i comandi siriani”.

La prossima controffensiva iraniano-siriana dovrebbe avere come obiettivo primario quello di riprendere il controllo del fronte dove DAESH-ISIL ha attestato le sue postazioni, e proseguire sino alla liberazione totale della presenza di ogni banda armata, mercenaria o meno, dal suolo siriano.

L’Iran fornisce il suo appoggio, economico, militare, politico, al governo siriano sin dall’inizio del conflitto e non potrebbe accettare la caduta della Siria nelle mani dei gruppi mercenari inviati da Sauditi, Qatarioti, Turchi, e takfiristi che operano con l’appoggio degli USA e degli alleati NATO-occidentali, ovviamente sotto la direzione, piú o meno occulta, dei loro burattinai sionisti locali e della Israhell lobby globale.

Nei prossimi giorni si vedranno importanti sviluppi di questo conflitto provocato dall’intervento di potenze esterne contro la Nazione araba siriana.

State calmi e confidate nelle Forze Armate Arabe Siriane, nel Popolo Siriano, nel loro Presidente, nei loro Alleati sul Campo.

Come ha recentemente dichiarato Sayyed Nasrallah: “Milioni di sionisti sperimenteranno la condizione di ‘sfollati’, nella prossima guerra che stanno per scatenare contro il Libano e le forze della Resistenza”.

# News by SFP, drawn from “El Microlector-Controinformazione-SyriaTimes”