Eventi meteo dalla violenza inaudita sul territorio italiano. Semplici riflessioni…

Ciò che sta avvenendo sull’Italia è semplicemente terrificante. Celle autorigeneranti create ad hoc una dopo l’altra, stanno flagellando tutta la fascia Occidentale dello Stivale! Basta seguire le immagini satellitari, anche se nei momenti cruciali, guarda caso, le foto sono assenti per chissà quale motivo. Seguirà parecchio materiale satellitare davvero molto interessante e inequivocabile!

Mi chiedo come facciano i servizi meteo a prevedere la creazione di questi eventi estremi, anche se alle nostre latitudini non dovrebbero manco esistere.

Prima parlavano di trombette d’aria, poi trombe d’aria e marine. Forti temporali. Poi hanno calcato la mano con Tornado. Oggi sentiamo addirittura che ci sta colpendo un CICLONE. Follia allo stato puro!! La gente cosa pensa di questa terminologia? Si pongono delle domande? Hanno il coraggio di nascondersi ancora dietro al fatto che il clima sia impazzito? E soprattutto sono davvero sicuri che sia il clima e non l’essere DISUMANO, che sa portare solo distruzione e violenza anche con il clima, ad essere impazzito? Da anni vengono denunciati esperimenti sopra le nostre teste, ma la massa preferisce nascondersi, non vedere, non sentire, non interessarsi della propria esistenza. Perché di questo si tratta. Non si altro che installare antenne, parabole, ripetitori, mega antenne e altri strumenti potentissimi, dalle tecnologie più disumane che siano mai state create, e guarda caso, gli eventi sono diventati sempre violenti. Una violenza inaudita! Quando mai abbiamo subito questi eventi? Tutto il territorio nazionale prima o poi è stato colpito da eventi terrificanti in questi ultimi anni. Però se noi attivisti cerchiamo, anche nel momento del dolore, di far aprire gli occhi alla gente di ciò che sta succedendo realmente, veniamo prontamente attaccati passando addirittura per speculatori della morte della gente e del disastro. Piuttosto che apprezzare il gesto, veniamo attaccati. La società oramai va al contrario dove chi vuole fare del bene viene prontamente attaccato, mentre chi fa il male viene osannato. Non abbiamo interessi economici o altri fini sinistri. Perché la maggioranza degli attivisti ha come unico fine quello di far prendere coscienza e di portare qualche raggio di luce in questa buia e lobotomizzata società. Ci stiamo dirigendo al baratro più profondo e continuiamo a fregarcene.

La cosa ancora più agghiacciante è il non avere il minimo dubbio. Accantonare ciò che non si conosce con “è una cazzata” o “è impossibile” non è per niente sintomo di intelligenza. Sono sicuri che ciò che andiamo denunciando da anni siano solo delle gran cazzate. Però come vediamo effettivamente gli eventi meteorologici sono sempre più violenti proprio come stiamo denunciando.

Dobbiamo unire le forze e lavorare anche sul materiale satellitare per meglio denunciare ciò che sta accadendo. Postare foto e video, va bene, non ma non basta. E’ arrivato il momento di passare ai livelli successivi per accrescere la credibilità. Dobbiamo fermarli al più presto questi psicopatici. Sono dell’idea che dobbiamo smettere di caricare materiale solo sui social network. Meglio sarebbe creare insieme una rete di blogs e/o siti internet dove caricare il materiale per poi farlo girare tramite i social network.

Ho cercato di farlo capire a più di qualche attivista, ma ho trovato un arrogante muro di cemento armato!!

SOLO UNITI si può vincere!