CICLONE MEDITERRANEO: Breve analisi amatoriale tramite il monitoraggio delle immagini satellitari!!

Trieste, 3 Ottobre 2015

L’ennesimo evento estremo che colpisce l’italia e l’Europa. Un evento preannunciato con largo anticipo dal servizio meteorologico.

Montaggio immagini satellitari relative alla masse d’aria dal 28 settembre al 3 ottobre. Assolutamente da VEDERE!!

https://youtu.be/dG3R5Hbq6h8

Il 26 Settembre “ilmeteo.it” ha diramato la seguente previsione per il 1 e 2 Ottobre. La seguente previsione è del 27 SettembreE la seguente è stata rilasciata il 29 Settembre 2015 Il 28 settembre a mezzanotte la situazione era relativamente tranquilla

Quindi come hanno fatto a prevedere, con così largo anticipo, un evento così estremo se la situazione era tranquilla? Appena il 29 settembre, intorno alle ore 7.00 p.m., in prossimità delle isole Baleari, si è creata, secondo noi è stata creata, e man mano potenziata sempre più, una supercella. Di seguito un ferma-immagine

Nella notte la supercella è stata potenziata a dismisura, proprio sopra le Isole Baleri. Di seguito un ferma immagine del 30 Settembre h. 5.00 a.m.,

Il 30 settembre, fino all’1.00 p.m., la supercella, diventata gigantesca nel frattempo, sembrava si dirigesse verso nord-est, direzione coste francesi, evitando Sardegna e Corsica

Situazione dele 4.00 p.m. 

Purtroppo tra le immagini satellitari a disposizione manca la situazione delle 5 p.m., pertanto di seguito la situazione delle 6 p.m.

Come si vede molto chiaramente il fronte non è più compatto e imponente. Sembra essersi spezzato. Ma guardando la seguente immagine satellitare, relativa al vapore acqueo, abbiamo una bella sorpresa

Intorno alle 4.30 p.m. inizia a crearsi nel Sud-Est della Sardegna una nuova cella

Alle 6.30 p.m., la cella si è ingigantita! Da notare tra l’altro la creazione anche di altre celle in Tunisia 

Alle 9.00 p.m. le celle nelle vicinanze della Sardegna si sono potenziate e il fronte ha iniziato a curvare, creando il vortice.

Vortice che si è formato a causa degli anomali venti che dalla Francia continentale scendono verso la costa e scontrandosi con i venti che dal Mar Mediterraneo soffiano verso nord-est, piega il fronte e il ciclone è creato! Da notare le direzioni degli altri venti

1 ottobre 2015, h. 8,00 a.m., situazione

h. 2 p.m. un’altra cella si potenzia e colpisce violentemente la Sardegna, nella zona di Oristano.

Nel tardo pomeriggio, un’altra cella prima colpisce il Nord-Est della Sardegna, nella zona di Olbia, e ingigantendosi inizia a devastare pure la Corsica seguendo una traiettoria da videogames!

Prima ha colpito le Isole Baleari, poi si è diretta verso la Sardegna e infine ha virato verso la Corsica. Dei maghi!

Come ci ha insegnato il Colonnello Bernacca, nel lontano 1974, eventi estremi come cicloni, uragani e tornado non si possono formare nel Mar Mediterraneo eppure in questi ultimi tempi sono all’ordine del giorno a causa di armi disumane in mano a psicopatici dalle intenzioni sinistre!

Bernacca 4 Settembre 1974: Ecco come e dove si formano gli uragani/tornado!

https://disquisendo.wordpress.com/2015/07/10/bernacca-4-settembre-1974-ecco-come-e-dove-si-formano-gli-uraganitornado/

Seguiranno altri montaggi delle immagini satellitari!