François Hollande nel 2009: Terrorismo? Creato da un movimento politico/finanziario!

Trieste, 18 Novembre 2015

Visto che la maggioranza di pecoroni credono ancora alle fiabe, ecco un’intervista reale di François Hollande, oggi presidente della Francia, dove nel lontano 2009 ha confessato chi era il vero volto del terrore.

I governi non agiscono MAI per il bene del popolo – ma sempre e solo per i propri interessi e mentono su TUTTO. Da sempre ci stanno ingannando e da sempre il potere usa le stesse tecniche!

Avremmo dovuto capirlo da tanto tempo, visto soprattutto la nostra politica. Un’ammasso di bugiardi che pensano solo ad interessi privati. La vita di un essere umano non conta davvero un cazzo per questi emeriti psicopatici. L’abbiamo visto a Londra, a Madrid, nell’attentato dell’11 settembre, in Siria, in Ucraina, in Libia, in Iraq, in Afghanistan e chi più ne ha più ne metta. So che è difficile accettarlo, ma è la pura e amara verità.

Da anni si denunciano questi complotti per mano di puri psicopatici. Da anni si va dicendo che il loro obiettivo è la creazione di un mondo unipolare. Il cosiddetto nuovo ordine mondiale sotto l’egida americana. Guarda caso sono sotto attacco chi non è dalla loro parte. Coincidenza pure questa immagino, no? Come cazzo fai a non credere visto il punto dove siamo arrivati? Adesso si parla di esercito europeo. Si parla sempre più di microchip, di controllo, di perdita di libertà. In questa feccia di società chi esprime un proprio parere o si comporta in maniera normalissima e con onestà intellettuale viene visto come un eroe. Ti hanno fottuto il cervello e questo ci sta portando al baratro più profondo.

Hanno organizzato tutti gli attentati accorsi negli ultimi 100 e passa anni. A Parigi hanno fatto finta di aver trovato un passaporto, guarda caso siriano, per partire con i bombardamenti. Così sono iniziate tantissime guerre. Ma ti sembra davvero normale? Cioè anche se fosse vero quanto sostengono le versioni criminali ufficiali, è mai possibile che per una persona, ma anche se fossero mille, centomila, si possa bombardare una nazione intera di milioni e milioni di abitanti?

E perché allora la Germania non bombardò l’Italia a seguito della strage ‘ndranghetista di Duisburg di qualche anno fa? Degli italiani, affiliati alla ‘ndrangheta, hanno ucciso diverse persone sul territorio tedesco. E quindi in base alla mentalità europea/occidentale/nato/americana avrebbero dovuto bombardare l’Italia intera. Perché, appunto, erano italiani. Sbaglio?

Oramai organizzano attentati grossolani che la gente non ci fa più caso perché non abbiamo più il senso critico e la capacità di ragionare. Ci beviamo tutta la merda che ci viene scaricata quotidianamente dai media. A Parigi, ma anche in altri attentati, tutte le telecamere installate ogni due metri, come mai non hanno registrato nulla? Siamo controllati ogni secondo della nostra esistenza, conoscono perfettamente quanti peli abbiamo sul culo e vuoi credere davvero che gli attentati di parigi siano per mano di pazzi terroristi? E le armi da dove le hanno portate? E la libertà d’azione? Dov’erano le forze di polizia? I servizi segreti francesi, tra i migliori dal mondo, dormivano? E come mai la comunità ebraica sapeva già dei possibili attentati per quel giorno? Immagini dei kamikaze non se ne son viste. Come per Charlie Hebdo i due fratelli sono stati uccidi dalla polizia. Non mi risulta che qualcuno abbiamo visto qualcosa in merito. Quindi è tutto un fidarsi dello stato,della politica, delle forze di polizia ecc… Ti fidi di loro? Io no!