Schiavo Neoliberista: Non voglio diventare povero!

 

globalizzazione

Nonostante i disastri causati ci sono ancora subumani convinti di vivere nella ricchezza e non sono disposti assolutamente a diventare POVERI. Innanzitutto bisognerebbe capire cosa voglia dire, per lor signori, ricchezza e cosa voglia dire povertà. In un sistema capitalista-neo-liberista dove il denaro è al di sopra di tutto, l’essere umano non conta un cazzo! Per ogni persona che vive nel presunto benessere ce ne sono migliaia se non centinaia di migliaia che vivono nell’estrema povertà. Facile sostenere, come fanno i vari signor rommel, come riportato nei seguenti screen-shot, che solo dove vige il neoliberismo “il tenore di vita, l’aspettativa di vita e le opportunità individuali sono maggiori”

ROMMEL 01ROMMEL 03

Ma cosa comporta questo tenore di vita cosiddetto “alto”, nel resto del mondo? GUERRE!! Le guerre sono tutte causate da interessi economici dell’occidente che continua a schiacciare sempre più i paesi del 3°/4°/5° mondo. Fino a qualche anno fa, i sottolivelli mondiali si fermavano al 3°. Esisteva il 3° mondo, che altro non erano paesi o addirittura continenti una volta ricchissimi di materie prime che con il passare dei secoli sono stati depredati dal colonialismo e dalle guerre fomentate dagli europei. Europei come il signor rommel che oggi si sente ricco, evoluto, civilizzato e libero ed ha PAURA che cambiando sistema economico diventerebbe povero. Siamo semplicemente al DELIRIO TOTALE! Fa davvero paura che nella mente delle persone sia stato inculcato radicalmente che il denaro è al di sopra di tutto e  chi se ne fotte se continuiamo a distruggere il mondo e a mietere morte e distruzione. Viviamo di materialismo sfrenato e inutile. Il nostro sistema non è sostenibile. Non solo per l’ambiente che ci circonda ma anche a livello societario dove vige: mors tua vita mea! Altro che giungla, che ha comunque un suo equilibrio. Qui siamo tutti contro tutti. E con il passare del tempo ci scanneremo sempre più per sempre meno. Perché avremo sempre meno, lavoreremo sempre più e quindi con la mentalità inculcataci agiremo sempre più da AUTOLESIONISTI fino ad arrivare all’AUTODISTRUZIONE!! Bisogna assolutamente fermare questo maledetto sistema, perché grazie alla democrazia, alle libertà occidentali, al capitalismo e al neoliberismo, il mondo è diventato più “ricco”: i sottolivelli mondiali sono aumentati, si sono aggiunti il 4° mondo e il 5° mondo. Eccellenti risultati ottenuti proprio da ciò che il signor rommel va osannando!

Questi subumani non si rendono minimamente conto di ciò che causano e di ciò che vanno sostenendo. Che poi dove sarebbe tutta questa ricchezza in questa società capitalista? Quanti disastri e milioni di morti ha causato e continua a causare non solo nei paesi definiti 3°/4°/5° mondo ma anche nel 1° mondo occidentale? Che fine hanno fatto fare alla Grecia? Mario Monti ha detto che la Grecia è stato il maggior successo dell’Europa. Nazione europea dove per i diktat imposti dai neoliberisti scarseggia sempre più cibo e medicine. Ma di questo nessuno ne parla perché bisogna continuare a credere che viviamo in un continente e in un sistema meraviglioso. E in Italia quanta gente si è suicidata perché strangolata da un sistema assassino? La Slovenia subito dopo l’entrata in Europa è fallita. In quanti lo sanno questo? E quanto dovremo attendere per il fallimento totale dei famosi paesi PIIGS/PORCI (Portogallo, Italia, Irlanda, Grecia e Spagna)? Altro risultato del neoliberismo! 

Dove sarebbe e in che cosa consista questa ricchezza? Quante persone stanno realmente bene?

Il reddito medio dei lavoratori italiani nel 2014 ammontava a 20.000 €. Al sud però il reddito scende a 15.930 € e sulle isole a 16.200 €. Solo l’1% dei contribuenti dichiara un reddito annuo superiore a 100.000 €.

Con uno stipendio mensile tra i 1.200 e i 1.500 €, se si è fortunati, possiamo ritenerci davvero ricchi? Evidente che questi subumani non sanno manco di cosa parlano.

Coloro che possono definirsi ricchi sono davvero pochi rispetto alle milionate di persone che si spaccano il culo dalla mattina alla sera per portare a casa uno stipendio da fame che non permette manco di andare a mangiarsi una pizza. Ma di cosa stiamo parlando?

Inoltre quanti soldi ci ruba lo stato con le tasse? La chiamano democrazia, così ci fottono la vita!!

Davvero negli altri paesi vige una dittatura e un sistema assassino? O è il proprio il contrario, che noi viviamo in una dittatura e in un sistema che ci strangola sempre più?

VENEZUELA: si è DITTATURA! …orwellianamente parlando!

Bisogna andare a vivere in un paese cosiddetto povero per comprendere meglio il senso della vita. Gli IDIO-NEOLIBERISTI pensano davvero che cambiare macchia ogni due anni, possedere 3 tv al LED o super LED e altre amenità possono definirsi ricchi!

Evidente che non ci si rende manco conto della sofferenza che ci circonda. Una società profondamente malata che viene sempre più allontanata dai veri valori  della vita e che viene spinta a lavorare sempre più, avere sempre meno tempo per se stessi e la famiglia, per guadagnare sempre meno, facendo credere il contrario! Incredibile!! Il denaro sono le nostre catene, difatti ci mettiamo a completa disposizione di un sistema assassino che porta distruzione, violenza e morte in giro per il mondo.

Chi inneggia al neoliberismo deve sentirsi complice dei crimini contro l’umanità che vengono perpetrati in giro per il mondo. Per quale motivo imporre ad altre nazioni il nostro sistema? Per farli arricchire? No, queste sono barzellette. Basta ripercorrere la storia, senza andare troppo indietro, per capire che siamo vittime di menzogne gigantesche. Il sistema capitalista è INSOSTENIBILE. Già il solo fatto che si creano tanti, tantissimi poveri e pochi, pochissimi ricchi è già sintomo di una società profondamente malata. Perché se fosse sana e giusta non lascerebbe indietro nessuno. Siccome il sistema è basato sulla competizione e non sulla collaborazione ci troviamo divisi in tutto. Fintanto che ci sono subumani che hanno uno stipendio, non sono disposti ad aiutare i meno fortunati. Quando passeranno dall’altra parte della barricata forse se ne renderanno conto

 capitalismo

 

capitalismo 02

Quanti itaGLIONI ed europeGLIONI scappano dal capitalismo europeo-occidentale per rifugiarsi in altri paesi? Dove sarebbe il benessere di cui tanto si parla? ItaGLIONI fuggiti dal proprio paese che si rifugiano in paesi come Ecuador e Venezuela che hanno il coraggio di definirli DITTATURE. Proprio loro, costretti ad emigrare perché senza futuro nel proprio paese che vanno a criticare la nazione che li ha accolti a braccia aperte e gli permette di fare una vita dignitosa. Oramai il mondo viaggia al contrario. Perché allora questi escrementi dell’umanità non se ne stanno a casa propria piuttosto che andare ad infangare altri paesi?

La menzogna del neo-liberismo sta distruggendo interi paesi grazie ad emeriti COGLIONI che vanno ancora cianciando in giro che non vogliono diventare POVERI. Non si rendono conto di esserlo già nella mente, nella coscienza, nell’anima. Schiavi convinti di essere liberi! Non c’è peggior cosa al mondo di sentirsi e comportarsi per ciò che non si è!!

Nel mondo ci sono oltre TRE MILIARDI, 3.000.000.000, di persone che vivono con meno di 2 dollari al giorno. E ben 5,6 miliardi di persone che vivono con un reddito medio inferiore a quello del Messico. Chi giustifica e se ne frega di ciò è solo un MALEDETTO CRIMINALE. Un mondo di benestanti non esiste. Come non esiste un occidente di benestanti. Per ogni benestante ci sono decine di migliaia di persone che vivono in condizioni precarie. Ma si sa che l’essere umano non ha occhi per vedere se qualcuno è stato lasciato indietro. Fintanto non  lo colpisce se ne sbatte! Questo è la mentalità neoliberista che ci hanno inculcato.

Guarda il seguente video