Se possedevi la bibbia tradotta tra il 1200 e il 1800 venivi arso vivo dalla Chiesa!

giordano-bruno 03

 

Se leggiamo una cosa rischiamo di capirla.

Non è un caso, se dal 1200 al 1800 la Chiesa ha proibito non solo la lettura della bibbia ma anche il possesso. Soprattutto le bibbie tradotte in lingua volgare, ossia comprensibili alle masse e non solo ai sapienti che conoscevano il latino. Chi la possedeva finiva sotto l’INQUISIZIONE!!

Loro stessi lo ammettono

Ciò che la Chiesa ha con forza affermato nel passato è che la lettura della Bibbia non è strettamente necessaria per tutti né è sempre conveniente per le persone impreparate o caratterialmente volubili, visto che queste persone sono più facilmente esposte al rischio di fraintendere le Scritture, travisandone il significato e scivolando nel dubbio o nell’eresia

La Chiesa Cattolica ha sempre incoraggiato le anime pie e devote alla lettura e alla meditazione del Vangelo e della Bibbia ma ha sempre sospettato che la lettura delle Sacre Scritture fosse poco utile agli spiriti increduli, superstiziosi, ignoranti o instabili (Matteo 7,6 ; Tito 3,10-11; 2 Pietro 3,16).

http://www.cristianicattolici.net/la-bibbia-vietata-chiesa-cattolica.html

L’essere umano ha il solo dovere di eseguire e lasciarsi trasportare dai SAPIENTONI. La cosa agghiacciante è che ci siano persone che la pensano davvero così. Dobbiamo solo credere in ciò che ci dicono, senza farci domande. Non dobbiamo manco andare a votare, perché non abbiamo gli strumenti giusti per poter scegliere. Come ribadì Mario Monti qualche giorno fa, indire un referendum per dar la possibilità agli inglesi di scegliere se rimanere o uscire dall’UE è un ABUSO DELLA DEMOCRAZIA. In precedenza ammise apertamente che su determinante scelte il popolo non deve metterci becco.

Gli esseri umani vengono ALLEVATI per chi non l’avesse ancora compreso o peggio ancora si sente liberooooo!!

giordano bruno

giordano-bruno 02