Nizza città della videosorveglianza!

estrosi2

A seguito del precedente post Coincidenza: Nizza ad ottobre ospiterà Forum su TERRORISMO E DISASTRI CLIMATICI!!

Nizza è la città della videosorveglianza.

Nizza l’occhio delle telecamere per vigilare sulla città

Nizza la città delle telecamere di sorveglianza

L’ex sindaco di Nizza, oggi presidente della Regione Provence-Alpes-Cote-Azur, Christian Estrosi, guarda caso, sionista, della sicurezza di Nizza ne ha fatto sempre il cavallo di battaglia. 1.300 telecamere, una ogni 273 cittadini, e un centro di comando di 70 poliziotti operativi h24. Bene, come mai ad oggi non abbiamo mai visto un’immagine di queste potentissime telecamere? Abbiamo solo visto brevi video di qualità pessima. Che funzione hanno davvero queste centri di controllo se ogni qualvolta succede qualcosa non ci fanno vedere assolutamente nulla?

Inoltre il giorno prima della strage, il 13 luglio, Estrosi aveva scritto a Hollande per chiedere un piano d’urgenza per proteggere i poliziotti e garantire loro i mezzi per agire in sicurezza.
«Alla vigilia della festa della Repubblica e all’indomani degli Europei», recita la missiva, «approfitto del momento di unione nazionale per metterla in allerta sulla necessità di organizzare un imponente piano per i nostri uomini. Dobbiamo togliere i freni dogmatici e ideologici che sono d’ostacolo all’utilizzo di nuovi mezzi tecnologici».
Estrosi aveva chiesto nuove dotazioni per gli agenti, a partire dai giubbotti anti-proiettile. E la garanzia dell’anonimato in caso di azioni pericolose.
La polizia municipale, come forza di sicurezza interna, secondo il presidente della Regione, dovrebbe avere gli stessi mezzi d’azione e poteri della polizia nazionale. Perché «è esposta alle stesse minacce, specialmente di natura terroristica».

Che coincidenza, non trovi?

Il franco-tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel, era solo Tunisino, senza franco, in possesso di regolare permesso di soggiorno. A quanto pare sembra essere vivo e vegeto ed ha dichiarato di non c’entrare nulla con l’attentato di Nizza.

Mohamed Lahouaiej Bouhlel: “Sono assolutamente estraneo ai fatti di Nizza”

Qualcuno ci può spiegare anche i seguenti videos?

 

Non dimentichiamo cosa disse Fançois Hollande nel 2009 in merito al terrorismo

François Hollande nel 2009: Terrorismo? Creato da un movimento politico/finanziario!

 

E non dimentichiamo manco le dichiarazioni del Ministro degli Esteri Russo, Maria Zakharova nel seguente articolo di Sputnik

Mosca: dov`era la NATO la settimana prima del colpo di stato in Turchia?

Dov’era la NATO? L’Alleanza Atlantica si occupava dell’immaginaria minaccia russa. Persone snob, che non vedendo il resto, si concentrano su qualche minaccia immaginaria che loro stesse hanno creato, dopodiché decidono di confrontarsi con essa.

E’ il classico esempio del falso orientamento dell’Alleanza Atlantica con le minacce.

Notiamo che tra il vertice di Varsavia e il tentato golpe in Turchia è avvenuto l’attentato terroristico di Nizza. Tutto questo è accaduto dopo che i leader dei Paesi membri della NATO si sono riuniti ed hanno discusso della cosiddetta minaccia ibrida della Russia. Nasce l’interrogativo sul ruolo della NATO in questa storia.”

AGGIORNAMENTO 23.7.2016

 

Le tracce del Mossad negli attentati di Nizza e Monaco