La citadinanza rubada… TLT

TLT 01

Riportiamo lo sfogo di Albardo Incazado qui Triestini SVEGLIAAAAAAAA!!

Si parlo de quela del TLT.

Aministratori italiani furbi o triestini sempi? …Fè voi … in ogni caso resta la ladrada (più avanti nela letura spiegherò meio perchè)… Ma el viz xe che xe facile rubarghe ala gente qualcosa che la gente stesa no riva a capir. In parte la citadinanza xe questo, una roba malintepretada, sconosuda, sfugente.

Inanzituto saria de spiegarghe a scola ai triestini una roba base: LA CITADINANZA E LA NAZIONALITA’ XE DUE ROBE DIVERSE!! No perchè quà mi sento ancora de gente che sentindo parlar de “CITADINANZA DEL TLT” ga paura che i ghe porti via la sua italianità o la sua origine slovena… signori quela xe la NAZIONALITA’!!! Se un italian trasferido e residente in Giapon otien la citadinanza locale sarà citadin giaponese ma no de certo de nazionalità japo… quela resta italiana …eh no ragazi, no servi manco farse el lifting per tirar i oci a mandorla, sempre nazionalità italiana restasi (poi xe paesi che da più valenza ala cosa e altri meno). Questo cosa vol dir? Facile: che tuta la popolazion del TLT, che sia italiani, croati, sloveni, tedeschi o ibridi-grigi-alieni sarà de citadinanza del Teritorio Libero ma conserverà oviamente la sua nazionalità italiana, croata, slovena tedesca o aliena …NISUN VE VOL PORTAR VIA LE VOSTRE ORIGINI MULI …STE MANZI.

introduzione alle scienze politiche

Per farla facile cito una spiegazion trovada in internet bastanza esaustiva: “La principale differenza sta nel fatto che la cittadinanza è un termine di diritto (in base ad essa si hanno particolari diritti e doveri), mentre nazionalità è un termine più “sociologo”. Cittadinanza = condizione di chi appartiene a uno stato ed è titolare di particolari diritti ed obblighi (Vi sono particolari cittadinanze: * doppia cittadinanza, appartenenza di un cittadino a due stati. Ad es. un cittadino di un Paese dell’Unione Europea è anche cittadino europeo, quindi gode degli stessi diritti e ha gli stessi doveri in tutta l’UE * cittadinanza onoraria, quella concessa a persone benemerite da una città diversa da quella in cui sono nati o residenti). ***** Per nazionalità s’intende il senso di appartenenza ad una nazione per lingua, cultura, tradizione, religione, storia ecc : in questo senso la nazionalità esprime una sintesi di popolo, cittadini appartenenti ad una nazione, intesa come il complesso di quegli elementi culturali che caratterizzano la storia di un popolo. Nazionalità = appartenenza a una nazione Nazione = insieme di genti legate da comunanza di tradizioni storiche, di lingua, di costumi, e aventi coscienza di tali vincoli comuni (è concetto distinto da quello di stato come entità politico-giuridica)”

(link https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20061210043208AAl9Euk )

documento inps

Andando a cercar fonti ufficiali podè trovar un bel documento INPS molto esaustivo [ al link http://www.aisfonlus.it/download/ci… ]… ve riporto alcune parti: “[…] In termini giuridici la cittadinanza è la condizione della persona fisica (detta cittadino) alla quale l’ordinamento giuridico di uno Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. La cittadinanza, quindi, può essere vista come uno status del cittadino ma anche come un rapporto giuridico tra cittadino e Stato. […] mentre la nazionalità non è un istituto giuridico, bensì una nozione sociologica e culturale che può essere comune a cittadini anche di Paesi diversi. […] definisce l’appartenenza o il sentimento di appartenenza ad una comunità per lingua, cultura, tradizione, religione, storia. La nazionalità rappresenta il legame che collega un individuo a un gruppo, considerato da alcuni come naturale, che può coincidere o meno con lo Stato. […] Le situazioni che possono derivarne sono molteplici: • in alcuni casi tutti i cittadini di uno Stato hanno la stessa nazionalità giuridica e culturale, ma questa è l’eccezione; • in altri casi, gruppi di persone che si riconoscono della stessa nazionalità culturale vengono a trovarsi in due o più Stati, avendo dunque nazionalità giuridiche differenti; • in altri casi ancora, persone di nazionalità culturale diversa vivono nello stesso Paese e hanno la stessa nazionalità giuridica. Negli ultimi due casi può verificarsi che le diverse nazionalità culturali vengano riconosciute o meno dallo Stato, possono costituire o meno delle entità territoriali, possono essere maggioritarie in un Paese e minoritarie in un altro. La nazionalità Italiana, per esempio, comprende cittadini di altri Stati quali quelli della Repubblica di San Marino, i Dalmati italofoni della Croazia, gli abitanti italofoni di Pola. L’idea che esista una stessa identità collettiva della nazione, intesa come insieme di cittadini che condividono una stessa cultura, una stessa lingua, delle stesse leggi, e che perseguono interessi omogenei, non sempre quindi, coincide con realtà statali nelle quali convivono individui di diverse nazionalità […]”

SE’ PIU’ TRANQUILI?? Insomma, xe la nazionalità che rapresenta quel che un xe veramente mentre la citadinanza xe “una sorta de mero contrato” tra voi ed uno stato che implica dei diritti e dei doveri… al momento i citadini italiani ga in man un contrato “capestro” in cui lo stato li sta spolpando vivi …e la gente ghe xe afezionada? O semplicemente nisun ga ben presente la diferenza tra le due cose? Mah.. AFEZIONEVE ALA NAZIONALITA’, NO ALA CITADINANZA!! E signori miei, SE NO GAVE’ ANCORA CAPIDO EL CONCETO TORNE’ A ZERCAR POKEMON e lasè perder el resto… ..

Quindi proseguimo: “che bel”!! Resteremo dela nostra identità culturale (nazionalità) nonostante la citadinanza del TLT …orpo, ma speta… i aministratori ne disi che no la esisti!! Alora tute ste ciacole per niente? No speta… iniziemo a analizar e capir ben la facenda: el “Trattato di Pace” disi “Allegato VI del Trattato di Pace con l’Italia del 1947 – Statuto permanente del Territorio Libero di Trieste – ARTICOLO 6-1. I cittadini italiani che al 10 giugno 1940 erano domiciliati entro i confini costituenti il Territorio Libero ed i loro figli nati dopo tale data diventeranno cittadini di origine del Territorio Libero e godranno della pienezza dei diritti civili e politici. Divenendo cittadini del Territorio Libero, essi perderanno la loro cittadinanza italiana.” (link 

https://historiaitalica.files.wordpress.com/2015/05/il-trattato-di-pace-1947.pdf )

estratto dal Trattato di Pace di Parigi del 1497

Ma la Prefettura rispondi invece nel’otobre 2013 con documento protocolado disendo che: “[…] le richieste di riconoscimento della cittadinanza del Territorio Libero di Trieste non possono essere accolte per due ordini di ragioni. Se per riconoscimento si intende attribuzione si rammenta che lo stato italiano può attribuire solo la propria cittadinanza a chi ne faccia richiesta e al verificarsi delle condizioni previste dalle leggi vigenti. Se invece con tale espressione si intende richiedere una presa d’atto della titolarità in capo al richiedente di una presunta cittadinanza del Territorio Libero di Trieste, si evidenzia l’impossibilità di riconoscere a chiunque ne faccia richiesta la cittadinanza di un ente di natura non statuale e, comunque, mai venuto ad esistenza: la mancata nomina del Governatore da parte del Consiglio di Sicurezza dell’O.N.U. ha, infatti, impedito la nascita del Territorio Libero di Trieste e la conseguente entrata in vigore del relativo statuto, pertanto nella provincia di Trieste la cittadinanza ha continuato ininterrottamente ad essere regolata dalla L. 13 giugno 1912 n° 555 e dalla successiva normativa italiana in materia. Anche le richieste di annotazione sui registri di stato civile della Repubblica Italiana del possesso della cittadinanza del Territorio Libero di Trieste non possono al pari trovare riscontro positivo oltre che per le argomentazioni su esposte anche perché l’annotazione richiesta non rientra tra le ipotesi di annotazione previste dalle disposizioni normative vigenti ne dal vigente Massimario di Stato Civile. Il Prefetto (Garufi)”

frontespizio di una delle risposte del Prefetto in merito alla cittadinanza del TLT

…e ancora nel’otobre 2014, sempre el Prefetto: “[…] priva di rilevanza giuridica è la pretesa di cittadinanza del Territorio Libero di Trieste. Si rammenta in merito che il Territorio Libero di Trieste non è mai venuto in esistenza a causa della mancata nomina del Governatore da parte del Consiglio di Sicurezza dell’O.N.U. ed alla conseguente mancata entrata in vigore del relativo statuto; pertanto nella provincia di Trieste la cittadinanza ha continuato ininterrottamente ad essere regolata dalla L 13 giugno 1912 n. 555 e dalla successiva normativa italiana in materia. […] La cittadinanza italiana, pertanto, non è stata imposta e non è stata mai persa dai cittadini residenti in provincia di Trieste. […]”

Ora, non starò in questa sede a cercar de dimostrarve, documenti ala mano, che anche senza la nomina del Governator la base che fa sussister l’esistenza del TLT xe evidente (disquisizion questa aprofondida in vari album e note de questa mia pagina FB) …quel che voio invece far xe meterve el tarlo fazendove veder dei riscontri reali, succesi, comprovadi, che va in una direzion diametralmente oposta a quel che ne conta el caro italico Prefetto …de quele robe che te venisi “quasi de insinuar che i ne conti floce” … quasi eh… alora proseguimo… Come dir: LA REALTA’ DE FATO PARLA DA SE’

!!! I CITTADINI DEL TLT ESISTI – CASO “A” !!! —>> [CITO] “[…] Da un documento datato 11 aprile 1949 [link http://www.triest-ngo.org/wp-content/uploads/Nuovo-documento-56.pdf ], infatti, dal comitato popolare distrettuale di Capodistria/Koper risulta concessa al Signor Pecchiar Giulio, nato a Pirano il 31 luglio 1914 la cittadinanza del Territorio Libero di Trieste, per la prima volta facendo riferimento all’art. 6 dell’all. VI del Trattato di pace 

[…]” fonte [ https://disquisendo.wordpress.com/2016/08/11/match-point-per-la-cittadinanza-e-indivisibilita-del-territorio-libero-di-trieste/ ]

!!! I CITTADINI DEL TLT ESISTI – CASO “B” !!! —>> [CITO] “[…] All’interno di un documento ufficiale della House of Representatives americana, che elenca tutti i consiglieri nati all’estero della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti (con potere legislativo parallelamente al senato), troviamo anche Don Beyer (Donald Sternoff Beyer Jr.), democratico eletto in Virginia con 128,102 voti – ed ex Lieutenant Governor della Virginia – che risulta nato… nel Territorio Libero di Trieste! […]”

(link http://www.triest-ngo.org/it/2016-secondo-gli-usa-il-territorio-libero-di-trieste-e-uno-stato-united-states-of-america/ )

Donald Sternoff Beyer Jr. – ex Lieutenant Governor della Virginia

E questa xe “LA REALTA’ che DE FATO PARLA DA SE’” …che ne conta che qualcosa no torna, che ne disi che soto tuta sta facenda ghe xe tante de quele porcade che metà basta, che ne conferma che i ne sta ciolendo pel fioco …che ne ricorda che semo citadini tonti, disinteresadi, pasivi… che forsi merita de ciaparselo in tel de drio. E deso andè pur vanti a brontolar coi vostri amici davanti a un otavo de osmiza.

P.S. e permeteme in ultimo un saluto a tuti quei foli italici “patrioti”che per colpa dela povertà causada dal’aministrazion italiana i xe stadi costreti ad emigrar da TS (o che i lo sta per far) e che nel mentre i rema contro el TLT: signori, preferir far l’italian lontan dela propria tera piutosto che far el triestin de nazionalità italiana nel Teritorio Libero de Trieste xe la roba più miserevolmente imbecile cui go mai asistido… valè meno de un puntin (che per definizion xe l’infinitamente picio)!!!

FONTI e LINK CORELADI