Altri soprusi ai danni degli artisti di strada. Questa volta a Parma! Italia la REPUBBLICA DELLE BANANE!

Artisti di strada Parma

Dopo i  516 € di multa per aver suonato per le strade di VERONA! Oramai siamo alla FRUTTA davvero!

ecco un’altro esempio di democrazia e civiltà italiana. A Parma, nell’ottobre del 2015, è successo questo 

Valerio Papa Guitar

Caro Poliziotto che interrompi gli artisti di strada, ho delle domande per te:

-Perché ti accanisci contro chi lavora senza neanche conoscere il regolamento della tua città?
-Perché tiri fuori regole che non esistono?
-Con quale coraggio in mezzo a migliaia di abusivi che VENDONO merce illegale vieni a fermare me?
-Lo fai solo perché te lo hanno ordinato o non hai un cazzo da fare e ti senti figo con la divisa?
-Se lo fai solo perché te lo hanno ordinato, riesci a dormire la notte sapendo che il tuo lavoro consiste nell’ignorare i problemi veri e far finta di essere utile facendo cose a caso?

Spero che un giorno qualcuno possa venire da te a inventarsi delle regole per impedirti di fare il tuo lavoro.

Questo è l’ennesimo confronto con la Polizia Municipale che viene a chiedermi permessi che non esistono e si inventa regolamenti per farmi sloggiare. Ho verificato questa mattina presso il comune di Parma attraverso giri di chiamate e mail per trovare qualcuno che ne sapesse qualcosa e ovviamente non esistono permessi per occupazioni al di sotto delle 5 ore per gli artisti di strada, le parole del Poliziotto? ”E’ VIETATO SUONARE”

Possiamo solo vergognarci di far parte di paese. Siamo davvero la Repubblica delle Banane. E limitiamoci a dire solo questo va…

Guardate su cosa si concentrano i vigili