La FOLLIA DEL MOSTRO DI CALCUTTA: C’è qualcosa di bello nel vedere i poveri accettare il loro destino, vederli soffrire la passione di Cristo.

Madre teresa 01

Dovrebbero bastare le seguenti parole pronunciate da Madre Teresa di Calcutta per comprendere bene che personaggio è stato realmente: UN MOSTRO!! Si sa che le pecorelle smarrite si limitano ad accettare tutto ciò che madre Chiesa fa e dice. Non vogliono rincorrere la verità perché viene reputato PECCATO!! 

C’è qualcosa di bello nel vedere i poveri accettare il l oro destino … vederli soffrire la passione di Cristo. Penso che il mondo tragga molto giovamento dalla sofferenza della povera gente

 

Madre Teresa di Calcutta ora Santa, non era Madre, non si chiamava Teresa, non era di Calcutta né tanto meno fu Santa, se non con il metro di giudizio cattolico, che santifica personaggi socialmente inutili o criminali. Nel suo ospizio praticava il suo sadico elogio del dolore, della malattia, della povertà: “Secondo me è bellissimo che i poveri accettino il loro destino,che lo condividano con la passione di Cristo. Penso che la sofferenza della povera gente sia di grande aiuto per il mondo”. Cure inesistenti o inadeguate, antidolorifici banditi, brande corte, pessime condizioni igieniche e di profilassi. Eppure ricevette milioni di dollari in donazioni, anche da personaggi quali il dittatore haitiano Duvalier Papa Doc e quando fu lei ad ammalarsi si fece curare nelle migliori cliniche private.
« […] ero arrivato alla conclusione che fosse non tanto un’amica dei poveri quanto un’amica della povertà. Lodava la povertà, la malattia e la sofferenza come doni dall’alto, e diceva alle persone di accettare questi doni con gioia. Era adamantinamente contraria alla sola politica che abbia mai alleviato la povertà in tutte le nazioni – e cioè dare potere alle donne ed estendere il loro controllo sulla propria fertilità. La sua celebre clinica di Calcutta in realtà non era che un ospizio primitivo, un posto dove la gente andava a morire, un luogo dove le cure mediche erano poche, quando non addirittura inesistenti (quando fu lei ad ammalarsi, volò in prima classe alla volta di una clinica privata in California). Le grandi somme di denaro raccolte venivano spese per la maggior parte nella costruzione di conventi in suo onore. Aveva fatto amicizia con tutta una serie di ricchi truffatori e sfruttatori, da Charles Lincoln della Lincoln Savings & Loans, alla ripugnante dinastia Duvalier di Haiti, accettando da entrambi generose donazioni di denaro che in realtà era
stato rubato ai poveri. » (Christopher Hitchens, “La posizione della missionaria”)

Link

Il Vaticano procede alla santificazione del mostro di Calcutta. Inutile sottolineare quanto dolore e quanta malattia abbia disseminato nella sua interminabile vita. Inutile ricordare le stamberghe e i tuguri in cui deteneva i malati, negando loro le più elementari cure mediche e ogni regola di igiene e privacy, somministrando invece esclusivamente la preghiera. Inutile menzionare il fatto che per lei il dolore degli altri era un dono di dio, ma che per se stessa scelse le migliori cliniche made in U.S.A. e non rifiutò anestetici e la cura del dolore. Inutile annotare le montagne di denaro che le sono giunte da ogni parte del mondo senza che nessun povero fosse aiutato. Inutile pensare alla sua lotta integralista contro l’aborto, contro la scienza e perfino Galileo. Inutile evidenziare che riteneva l’AIDS una giusta punizione di dio e che apprezzava e propugnava la santa inquisizione. Inutile ripercorrere le indicibili violenze, torture e minacce che ha inflitto a tante povere donne per costringerle a convertirsi e a farsi suore nei suoi conventi. Sarà santa e per l’opinione pubblica questo conta, una santa che ha vissuto in mezzo ai poveri, che ha fatto tanto per la pace. Una santificazione a cui ogni bravo imbecille vorrebbe essere presente. Inutile polemizzare. Ognuno tenga per sé il suo totale disgusto. Show must go on.

Madre teresa 02

C’è tanto materiale per informarsi su chi era davvero Teresa!

Il lato oscuro di Madre Teresa: l’amore che non c’era

Madre Teresa non fu una santa?

Sadistic Religious Fanatic: Mother Teresa Was No Saint

Il rapporto di Madre Teresa con i soldi

Madre Teresa NON era una santa

Altro che Santa – Il fenomeno mediatico di Madre Teresa di Calcutta?

La figura di Madre Teresa di Calcutta “è stata costruita a tavolino, e la sua beatificazione è stata orchestrata con l’aiuto di una efficace campagna mediatica.”
Il 
#Vaticano ha condotto il processo di beatificazione “per rivitalizzare la #Chiesa e ispirare i fedeli, in particolare in un periodo storico nel quale le parrocchie sono vuote e l’autorità del cattolicesimo è in declino.”
Serge Larivee e Genevieve Chenard, ricercatori del dipartimento di psicoeducazione dell’università di Montreal, e Carole Senechal della facoltà di scienze dell’educazione dell’università di Ottawa.