Premiato François Hollande per la sua opera SIONISTA da Henry Kissinger!

francois-hollande-homme-d-etat-de-l-annee_5685685-a8e20-4d78f

Dopo Nicolas Sarkozy, François Hollande premiato per la sua opera sionista da Henry Kissinger.

“François Hollande uomo di stato mondiale dell’anno” Ecco il premio che ha ricevuto lunedì sera negli Stati Uniti il presidente della repubblica francese. La fondazione che gli ha assegnato questo premio, Appeal of Conscience è molto misteriosa. Sul suo sito internet essa si presenta come un’ organizzazione americana “interconfessionale” che si dedica “alla libertà di culto, ai diritti umani e alla tolleranza”, è stata fondata nel 1965 da Arthur Schneier, un rabbino sopravvissuto alla Shoah.

Solo che saperne di più su i suoi obiettivi e i criteri che hanno condotto François Hollande a ricevere il premio si rivela impossibile. La fondazione è molto discreta e completamente sconosciuta in Europa. Eppure Appeal of Conscience assegna questo premio da una decina di anni.

Nel 2015 era stata la volta del premier britannico David Cameron.

Nel 2008 di Nicolas Sarkozy.

nicolas-sarkozy-en-septembre-2008-lors-de-la-remise-du-prix-d-appeal-of-conscience_5685531

Nel 2013 l’attribuzione al premier Indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono per la “sua promozione della libertà religiosa” aveva fatto molto discutere. Come lo sottolineava il sito giapponese “The Diplomat“, “E’ sorprendente che la fondazione abbia scelto di onorare il dirigente di un paese in cui il numero di incidenti legati all’intolleranza religiosa sono drammaticamente aumentati negli ultimi anni”.

Stessa cosa nel 2012 con l’ex premier canadese Stephen Harper, il quotidiano più importante del paese il “Toronto Star” allora aveva commentato: “Harper ha ricevuto il premio per il suo lavoro come campione della democrazia, della libertà e dei diritti umani ma i record di Harper, in abuso di democrazia qui in Canada, in questi ultimi anni, discreditano il valore del premio”. Secondo loro i motivi per distinguere Harper erano ben altri: “Gli è stato assegnato in gran parte per il suo sostegno ad israele e le sue critiche contro l’Iran.”

“François Hollande? Un uomo di pace? Lui che ha lanciato diverse guerre tra cui quella del Mali?”, ironizza Michèle Sibony (membro dell’Unione ebrea francese per la pace), convinta che la fondazione “sostenga principalmente dei politici che sostengono Israele”. Sempre secondo Sibony si tratterebbe di una fondazione schermo che dietro alla sua apparenza politicamente corretta ha un’ orientamento politico più marcato. La specialista è sicura solo di una cosa: non avrà nessun incidenza sulla popolarità di François Hollande già a livello bassissimo nei sondaggi”.

L’opera a favore della lobby sionista prosegue imperterrita! Il Presidente della Repubblica Francese o di qualunque stato del mondo, che faccia gli interessi del sionismo, piuttosto che della propria nazione, è alquanto preoccupante. Non trovi? La scusa dell’antisemitismo non regge più. Difatti vi consigliamo la lettura del seguente post ANTI-SIONISMO non è ANTI-SEMITISMO!! pubblicato qualche mese fa. Tutto ciò viene denunciato pure da ebrei. Michèle Sibony, ribadiamo, è un membro dell’Unione ebrea francese per la pace.

Egalité & Réconciliation: Après Nicolas Sarkozy, François Hollande récompensé pour son œuvre sioniste par Henry Kissinger

L’Express: Que vaut le prix d’homme d’Etat mondial de l’année remis à Hollande?

2010 notiamo John Elkann

1

2009 da notare il cantante Bono

4