Lorenzo Gentile: L’efficienza e l’umanità inglese con la disumanità ITALIANA!! Triestini VERITA’ SU TRIESTEEEEE?????

L’inviato a Londra del Territorio Libero di Trieste, Lorenzo Gentile, ci trasmette ancora preziosi contributi sul funzionamento della società inglese. Chiaro non dobbiamo dimenticare i disastri che hanno commesso gli inglesi nella loro storia in giro per il mondo, però la loro società, a quanto pare, funziona. Di seguito un piccolo reportage di Lorenzo con la sua connazionale Alessandra e la onnipresente Miss Anne Grange.

Alessandra, scappata da giovane dalla sua Trieste, vive da ben 17 anni in Inghilterra. E non ha alcuna intenzione di fare ritorno. Dal suo racconto è fin troppo facile comprenderne i motivi. Part time ben retribuito, contributi per i figli e per l’affitto della casa, scuola gratis, nel senso che non occorre comprare libri e quant’altro. Sanità efficiente e soprattutto GRATUITA! Una società multietnica ma con ordine! Chi sbaglia paga e salato. Com’è giusto che sia. In Italia la situazione è all’opposto. Scuola a pagamento, ZERO ASSISTENZA SOCIALE, ZERO CONTRIBUTI. Se ti ammali, se perdi il lavoro, se non hai più nulla per X motivo, TI FOTTI!!

Ecco la diretta registrata questo pomeriggio:

Possiamo mai confrontarla con la barzelletta italiana che ha saputo solo distruggere senza mai costruire un bel niente nella loro storia? L’Italia, invasore, abusatore e distruttore del Territorio Libero di Trieste, pian piano sta portando la Città/Stato al collasso come il resto della Penisola. Se non peggio! In mano gli italiani hanno una risorsa gigantesca, ma hanno preferito distruggerla. Farla morire! Trieste potrebbe essere la Singapore d’Europa. Potrebbe tranquillamente dare lavoro ad ulteriori decine e decine di migliaia di persone. Ed invece i FENOMENI dei partiti italiani, compreso il movimento cinque stelle, se ne sbattono altamente della città e delle sue potenzialità preferendo tenere chiuso il Porto Franco, sotto il domino Austriaco per oltre 5 secoli, centro nevralgico d’Europa. Oggi, sotto gli abusi italiani, è divenuta la più grande CASA DI RIPOSO A CIELO APERTO del mondo!! 

Dov’è il Movimento 5 Stelle? Avevamo chiesto il motivo per il quale non viene GRIDATA Legalità anche a Trieste TLT: Perché il M5S non GRIDA LEGALITA’! LEGALITA’! LEGALITA’! pure a Trieste?

Mentre in Consiglio Comunale i vari teatranti inscenavano una rissa, i triestini a gran sorpresa hanno deciso di scendere in piazza. Qualcuno sbilanciandosi tuonò: “finalmente qualcosa si muove. La presa di coscienza avanza!” Altri esclamavano: Forse per il rispetto dei TRATTATI INTERNAZIONALI e per il Porto Franco? O per la Ferriera di Servola? Oppure per l’elevato numero di casi di tumori a Trieste come denunciato da Mario Comuzzi e i suoi collaboratori nel libro “L’Italia e Trieste una storia senza fine di violazioni ai diritti umani”. Il libro!? Ogni 100 tumori nella regione fvg, a Trieste ce ne sono 150. O forse la vecchia guardia triestina ha ritrovato il coraggio degli anni che furono visto lo stato comatoso permanente delle nuove generazioni? NULLA DI TUTTO CIO’ purtroppo!

Un gruppetto di persone si sono radunate per protestare contro la rimozione dello striscione “verità su Regeni” da Piazza Grande, oggi volgarmente chiamata piazza unità d’italia, da parte del neosindaco abusivo Roby IL SALUMIERE! Anche su facebook, tra i triestini c’è stato grandissimo scalpore per questo gesto insano del sindaco. Una cittadinanza profondamente colpita da questa TERRIBILE RIMOZIONE. Addirittura la Gazzetta dello Sport di oggi ha dedicato un piccolo spazio alla NOTIZIONA.

La situazione è alquanto complicata! Forse era il caso di concentrarsi su ben altro e non su un banale striscione. E se si cerca di svegliare dallo stato comatoso qualche cittadino questo diventa FEROCE. Non vuole assolutamente essere svegliato, preferisce attaccarsi alle cazzate. Gli spieghi con modi semplici la situazione, la società, gli intrecci e come ci fottono la vita. Ma non ne vuole sentire. La verità non fa per lui. Le puttanate SI!! Il suo range d’azione va dalla Sagra della Ciliegia di Caresana al baracchino di Barcola Pineta… Oltre son cazzate!! 

APPUNTAMENTO PER SABATO 15 OTTOBRE DALLE ORE 17.00 IN VIA FABIO SEVERO 14/b per dare FORZA ad un Arbitrato Internazionale per definire la situazione di Trieste! Che la città si unisca e smetta di dire le stesse cose e dividersi in 10 gruppi. L’ora delle pagliacciate è terminata. Passiamo ai fatti Trieste!!