Estero

SIAMO IN PERICOLO!! La VIOLENTA magistratura NAZISIONISTA di Francia ha arrestato Alain Soral per DIFFAMAZIONE! Bienvenue à la Dictature!

Vergognoso provvedimento della magistratura NAZISIONISTA francese che ha fatto arrestare Alain Soral per

DIFFAMAZIONE VERSO UN SINGOLO PER PAROLE SCRITTE, IMMAGINI TRAMITE MEZZI DI COMUNICAZIONE AL PUBBLICO PER VIA ELETTRONICA”

Égalité et Réconciliation: Alain Soral en état d’arrestation

Da notare il metodo fascistoide della giustizia francese che ha dato mandato alla gendarmerie nationale di arrestarlo direttamente a casa sua.  

La dittatura europea si fa sempre più violenta perché non riescono in alcun modo ad arginare il flusso di informazioni che la rete veicola notiziando milioni di persone su ciò che realmente accade, bypassando la FOGNA-GIORNALISTICA di regime, che non fa altro che raccontare baggianate gigantesche! Non passa giorno che i PORNOGIORNALISTI europei, e in particolar modo francesi, denigrano pesantemente il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Vladimirovic Putin, e il neo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che vengono sistematicamente affiancati a Marine Le Pen, del Front Nationale francese, perché fa troppa paura alle prossime elezioni francesi del prossimo Aprile. Di seguito il mandato di arresto.

pvflou_clean-ee6f6

Égalité et Réconciliation raggiunge mensilmente 8.100.000 visualizzazioni. Cosa che fa cagare sotto i CRIMINAL-POLITICANTI asserviti al potere NAZISIONISTA che questo sito d’informazione, capitanato, appunto, da Alain Soral, al secolo Alain Bonnet, denuncia sistematicamente mostrando prove inconfutabili. 

alain-soral-e-fachosphere

Il governo sinistroide CRIMINALE di Hollande, e i suoi compari europei, visto il livello allarmante raggiunto dall’informazione online, sta cercando in tutti i modi a dissuadere particolarmente i giovani ad informarsi in rete, dando mandato agli insegnanti di smentire le voci che circolano in rete in merito al terrorismo e a tutti gli aspetti che i governi ci nascondono.

Aspetto a dir poco inquietante è che FranceTV éducation ha lanciato un montaggio denigratorio verso l’informazione alternativa e indipendente definendola “FACHOSPHÈRE”.

Siamo alle solite. L’informazione buona è solo quella di regime. Manco nelle peggiori dittature accade ciò! Quando si denunciano le malefatte dei governi, la violenza e il crimine sionista, il terrorismo e gli intrallazzi transnazionali si viene subito etichettati di ESTREMA DESTRA, ANTISEMITI, ISLAMOFOBICI, TRADIZIONALISTI e COMPLOTTISTI!!

Massima solidarietà ad Alain Soral, a tutti i suoi collaboratori e a tutti coloro che agiscono per il bene della collettività. 

Sveglia gente siamo davvero in PERICOLO.  

La “Fachosphère” expliquée par la chaîne éducative de service public

Alain Soral mette in luce gli sporchi giochi del Nuovo Ordine Mondiale!!

Il governo francese servo del potere SIONISTA!

Tribunale di Parigi: occhio che tutto vede nei parapetti!

Le persecuzioni del Sionismo in Francia! Chi critica è automaticamente ANTISEMITA!!

AGGIORNAMENTO

Le Monde, L’Express, Liberation, Afp e altri quattro media francesi inizieranno una collaborazione per contrastare le fake news su internet. Spiega così il giornale francese: “il progetto consta nel dispiegare prossimamente in Francia un dispositivo simile a quello che è stato messo a punto a dicembre negli Stati Uniti con la partecipazione di cinque media (Abc News, Ap, FactCheck.org, Politifact e Snopes) e che deve prossimamente essere lanciato in Germania con la redazione di Correctiv”. 
Da Agi:

Il dispositivo, spiega il quotidiano, permetterà agli utenti, grazie a una nuova categoria di segnalazione, di far rilevare una notizia sospettata di essere falsa. I link segnalati finiscono raccolti in un portale cui hanno accesso i media partner, che possono verificare le informazioni. Se due media stabiliscono che il contenuto è falso, la notizia apparirà agli utenti con un segnalino rosso menzionando che i fact-checker ne contestano la veridicità. Una finestra di allerta si aprirà anche quando gli utenti condivideranno il link e l’operazione avrà effetto sull’algoritmo che programma la diffusione dei contenuti.

Da Brividi. Accordo Facebook-corporazioni mediatiche francesi per il controllo preventivo delle notizie

Oliver Stone: Le fake news provengono dai media più prestigiosi.

“Dov’è andato il giornalismo degli anni Settanta, quello che ha portato allo scandalo del Watergate e ha mostrato la vera faccia della guerra in Vietnam? -Ad un certo punto ha smesso di avere senso critico. La funzione del giornalismo dovrebbe essere quella di analizzare le teorie delle fonti ufficiali e criticarle. Non lo sta più facendo e questo documentario mostra chiaramente che ha fallito”.

L’America – ha affermato il regista – ha un ruolo enorme e una grossa responsabilità e continua a negarlo. E’ una situazione dolorosa per la gente ucraina. Quello che noi raccontiamo non è la narrativa ufficiale, ma è quello che è accaduto. Non lo vedrete mai sui media americani, ma troveremo un modo di fare vedere in nostro documentario, sia pure su Youtube”.

Le fake news provengono dai media più prestigiosi. Oliver Stone

Annunci