Scie chimiche e dintorni

SCIE CHIMICHE: Rispondiamo a Vanity Fair e all’ “ESPERTO” Pierdomenico Memeo che sostiene trattasi di semplice condensa.

Un’altra “giornalista”, dopo quella de “Il fatto quotidiano”, ha dedicato il proprio intelletto, se così possiamo chiamarlo, per sputtanare e sfottere chi denuncia le scie chimiche.

Post conferenza de L’Aquila? Il solito VOMITO PROPAGANDISTICO!!

Scie chimiche: state pure tranquilli, non esistono. Ve lo dicono i “giornalisti” e gli scienziati!! Per chi ci crede!

vanity fair scie chimiche

«Cari complottisti rassegnatevi: le scie chimiche non esistono»

Sarebbe questo il modo di fare informazione? Almeno abbiate la dignità e il pudore di fare informazione in maniera NEUTRALE, e non FAZIOSA, rispettando le persone ed evitando i vostri indegni giudizi.

Ecco l’informazione SBOLDRINIANA che ci vogliono imporre! Ti piace? 

Che dire, possiamo andarne davvero fieri di queste donne che operano nella politica e nell’informazione. MAMMA MIA!!!

Secondo questi emeriti “ESPERTI”, noi comuni mortali non dobbiamo assolutamente pensare, porci domande e denunciare le malefatte di un sistema assassino, perché ci pensano a farlo loro.

Siccome la scienza sostiene che le scie rilasciate dagli aerei sono semplicemente formate da condensa, dobbiamo stare tranquilli e fidarci ciecamente di loro. Anche se il cielo che vediamo tutti i giorni non ci sembra affatto normale.

Quante volte vediamo un cielo così naturale?

umbria021

E quanto vole lo vediamo così? Praticamente ogni giorno

midipyrenees-16

Dobbiamo notiziarci solo con i media del main stream SBOLDRINIANO, perché i giornalisti indipendenti raccontano BALLE. Dobbiamo assumere farmaci e vaccini perché i medici ce li consigliano. E chi si azzarda a mettere in guardia viene fatto fuori professionalmente, anche se ha ricevuto riconoscimenti internazionali. In parole povere dobbiamo pendere sempre dalle labbra degli ESPERTI e degli STUDIATI.

In compenso, al momento, ci concedono di respirare autonomamente.  

Ecco il nostro fantastico e democratico sistema.

Quindi l’ESPERTISSIMO Pierdomenico Memeo sostiene che tutto ciò che è stato portato come prova non ha alcuna scientificità e che loro, gli esperti, gli scienziati, hanno sbufalato tutto.

La migliore delle loro sbufalatura è stata quella di ricreare le scie degli aerei in uno studio televisivo con una bomboletta di ghiaccio spray e un foglio di alluminio per alimenti.

Scie chimiche? Basta il GHIACCIO SPRAY per provare che NON ESISTONO!! Sempre per i PECOGLIONI!!

Ormai nessuno crede più alle vostre, permettetemi il francesismo, MERDATE!!

Non avete sbufalato proprio niente e state dando semplicemente gli ultimi colpi di coda perché per voi la festa sta per finire. Potrete nascondervi nelle fogne come i ratti. 

NORIMBERGA per coloro che mentono RIPETUTAMENTE alla collettività!

Riportiamo integralmente le dichiarazioni e gli argomenti di Pierdomenico Memeo

«Il fatto che chi diffonda questa storia ne sia sinceramente convinto, non la rende vera. Capisco la paura di essere uccisi o soggiogati, ma, anche ammesso che qualcuno voglia ucciderci o controllarci, di certo non lo sta facendo con le scie chimiche: sono solo vapore acqueo e, a dirla tutta non si chiamano nemmeno “scie chimiche”».

Si chiamano Scie di Condensazione: la parola chimica viene usata perché ispira diffidenza nel grande pubblico, come se fosse  sinonimo di “ artificiale,” inquinata”, “inquinante”, dimenticando che l’acqua è un composto chimico e che il sangue nel nostro corpo altro non fa se non reazioni chimiche dalla mattina alla sera»

«Sono gocce di vapore acqueo che, normalmente non sono visibili, perché non riflettono la luce del sole. Quando però vengono perturbate, il loro equilibrio si altera  e diventano visibili, creando l’effetto dello striscia bianca che vendiamo nel cielo. Tutto qui.Cari complottisti, rassegnatevi».

Il problema non è quante prove a supporto di una tesi si portano, ma quali prove. E spesso in questo caso le prove, che vengono dette scientifiche, non lo sono per niente: non hanno fondamento, sono fatte senza metodo né ricerca, senza nessuna verifica. In genere, i siti che sostengono la teoria delle scie chimiche tendono a riproporre vecchie bufale, già smascherate, che periodicamente tornano in auge».

«Tanto per cominciare si tratta di una bufala così vecchia (ha preso a circolare nel 1996) che ormai fa parte della vulgata comune: tutti ne hanno sentito parlare almeno una volta e tutti, in qualche modo, se ne sono fatti latori contribuendo a diffonderla e a farla circolare. Poi, va detto, la storia delle scie chimiche ha in sé gli elementi chiave di una bufale perfetta».

«E’ una bufala a cui siamo portati a credere perché appare in qualche, distorto, modo consolatoria: ci porta a fare un confronto tra i tempi di oggi e il tempo magico e incantato di un non meglio precisato passato, nel quale tutto era migliore. Non a caso chi crede che le scie chimiche non abbiano a che fare con gli aerei, ma con un grande complotto universale, sostiene che prima non se ne vedevano. Ma probabilmente tralascia di considerare che prima c’erano meno aerei, meno aeroporti e si tendeva a vivere in campagna più che in città. Oltre a questo c’è il fatto che chi sostiene che esiste un complotto mondiale per controllare le nostre menti o ucciderci tutti attraverso le scie degli aerei, sente di far parte di un ristretto gruppo di illuminati che conosce la verità, ai quali non la si fa, e che è depositario di una verità segreta e pericolosa. Un modo per sentirsi speciali».

Bene, argomenti? ZERO!!

Consigliamo a questi emeriti esperti dei nostri stivali di smetterla di sparare puttanate e di iniziare a collaborare per il BENE COLLETTIVO.  

Cosa vedete nell’immagine seguente?

scie-chimiche-tre-velivoli

Due velivoli militari ed uno civile (?) IRRORANO MASSICCIAMENTE in squadra! Chi ha ancora il coraggio di chiamarla CONDENSA?

Scie Chimiche: altro materiale, citazioni, progetti, brevetti ecc…UFFICIALI. Chi sostiene che non esistono, è un CRIMINALE!!

LA NOSTRA VITA È IN PERICOLO: Analisi terreno e acqua di ARPA Umbria, residui carboniosi turbofan di Tanker Enemy e conferenza di D. Klinghardt del 2015!

E la legge 36 del 5 gennaio 1994 che parla delle modificazioni artificiali della fase atmosferica del ciclo dell’acqua e del materiale presente sia nei link soprastanti che nel link sottostante, cosa ci dicono questi ESPERTONI?

 

 

Annunci