Vaccini e dintorni

VACCINI: in Kenya come strumento di RIDUZIONE DELLA POPOLAZIONE!

kenya-sterilizzazione

STUDIO SCIENTIFICO SULL’USO DEI VACCINI ANTITETANICI IN KENYA COME STRUMENTO DI RIDUZIONE DELLA POPOLAZIONE

Gonadotropina corionica umana (HCG) trovata in Kenya nel vaccino contro il tetano dell’OMS fa sorgere preoccupazioni nei paesi in via di sviluppo (HCG Found in WHO Tetanus Vaccine in Kenya Raises Concern in the Developing World) pubblicato su Open Access Library Journal, 4: e3937, autori John W. Oller, Christopher A. Shaw, Lucija Tomljenovic, Stephen K. Karanja, Wahome Ngare, Felicia M. Clement, Jamie Ryan Pillette; 

https://doi.org/10.4236/oalib.1103937

Abstract (riassunto)
Nel 1993, l’OMS annunciò un “vaccino per il controllo delle nascite” per la “pianificazione familiare”. LE ricerche pubblicate mostrano che nel 1976 i ricercatori dell’OMS avevano coniugato il tossoide del tetano (TT) con la gonadotropinca corionica umana (hCG) producendo un vaccino per il “controllo delle nascite”. Coniugare il tossoide del tetano con la with la gonadotropina corionica umana causa l’attacco agli ormoni necessari alla gravidanza da parte del sistema immunitario. I risultati aspettati sono l’aborto nelle donne già gravide e/o l’infertilità nei soggetti non gravidi. Inoculazioni ripetute prolungano l’infertilità.
Correntemente i ricercatori dell’OMS stanno lavorando su vaccini anti-fertilità più potenti che utilizzano DNA ricombinante. Le pubblicazioni dell’OMS mostrano il proposito a lungo termine di ridurre la crescita della popolazione mondiale nelle nazioni instabili e “meno sviluppate”. Nel novembre del 1993 sono iniziate ad apparire pubblicazioni cattoliche che affermavano l’uso di un vaccino abortivo camuffato da profilassi antitetanica. Nel Novembre del 2014, la Chiesa Cattolica ha affermato che tale programma era in corso in Kenya. Tre laboratori biochimici indipendenti e accreditati di Nairobi hanno analizzato campioni presi dalle fiale dei vaccini contro il tetano dell’OMS utilizzati nel marzo del 2014 e hanno trovato la gonadotropina corionica umana quando non sarebbe dovuto essercene niente. Nell’ottobre del 2014, altre 6 fiale sono state ottenute da dottori cattolici e sono state testate in 6 laboratori accreditati 6. Ancora una volta, la gonadotropina corionica umana è stata trovata in metà dei campioni. In seguito il laboratorio AgriQ Quest di Nairobi, in due set di analisi, ha nuovamente trovato la gonadotropina corionica umana nelle stesse fiale di vaccino che erano risultate positive precedentemente ma non ne ha trovato traccia in 52 campioni di fiale che l’OMS afferma fossero quelle della campagna di vaccinazione in Kenya, 40 delle quali avevano etichette che li identificavano come appartenenti agli stessi lotti delle fiale che erano risultate positive per la presenza della gonadotropina corionica umana. Dal momento che la gonadotropina corionica umana è stata trovata in almeno metà dei campioni dei vaccini dell’OMS, che i dottori impegnati nella somministrazione dei vaccini sapevano essere quelli utilizzati in Kenya, la nostra opinione è che la campagna “antitetanica” in Kenya sia stata ragionevolmente messa in discussione dall’Associazione dei Medici Cattolici che l’hanno considerata un’operazione di facciata che dissimulava un’operazione di riduzione della popolazione.

Corrado Penna

Avevamo dedicato un altro articolo alla questione keniota nel giugno scorso..

Kenya: Vaccino ANTITETANICA cela CONTROLLO DELLE NASCITE!!