Estero

VENEZUELA: 2018, Il MALE IMPERIALISTA contro il consolidamento del SOCIALISMO!

26231802_2160850823928727_8513836099901248792_n

#Venezuela “L’unica garanzia di pace in questo paese è la Rivoluzione, nella unità siamo invincibili. Quando arrivò Chávez e ci chiamò a unirci, la destra ha cominciato a disintegrarsi. Nell’89 (prima di Chávez) i supermercati erano pieni ma il popolo non aveva i soldi per comprare.
La destra dal 2 gennaio ha ricominciato la guerra. A cosa saranno esposti giovani e bambini se dovessero vincerla? Al disastro, alla barbarie. È per questo che l’avanguardia rivoluzionaria formata dal Comandante Chávez si deve trasformare in azione, per impedire uno scenario in cui la destra torni a prendere il controllo dello Stato.

Immaginiamo de loro dovessero tornare a governare: che Dio ci salvi! Per prima cosa direbbero che non ci sono i soldi per le pensioni degli anziani, perché da quel momento le regole le detterebbe il Fondo Monetario Internazionale, e subito dopo toglierebbero il programma di case popolari gratuite e l’istruzione gratuita: chi potrà pagare studierà, e chi non potrà pagare saranno fatti suoi.

Questo che dico non è pura fantasia. Quando nel 1989 il popolo affamato scese in piazza per protestare, la destra ci definì delinquenti, marmaglia, farabutti, malviventi, nullafacenti, vagabondi, il loro unico interesse era difendere la borghesia e gli interessi degli Stati Uniti.

Per questo dico che il 2018 sarà un anno di dura battaglia per la Rivoluzione, e per questo motivo considero sia indispensabile approfondire e moltiplicare la coscienza rivoluzionaria del popolo, per poter resistere agli attacchi della destra e vincere la lotta per consolidare il socialismo”.
Diosdado Cabello vicepresidente del PSUV durante la trasmissione Con el Mazo Dando.

Rete Solidarietà Rivoluzione Bolivariana

 

 

Annunci