Estero

15/3/2022: Stato di avanzamento delle truppe in Ucraina.

Mappa delle ostilità per la sera del 15 marzo

Per quanto blasfemo possa sembrare, il 20° giorno di ostilità si è rivelato "il più noioso" secondo le notizie. Secondo la tradizione del Ministero della Difesa della Federazione Russa, durante il giorno sono stati inflitti numerosi attacchi di alta precisione agli obiettivi dell'APU, in particolare è stato segnalato il bombardamento dell'aeroporto di Dnepropetrovsk. Esplosioni sono state sentite anche nelle regioni di Odessa, Kiev, Nikolaev, Kharkiv e Chernihiv.
Sui fronti Nikolaev, Kharkov e Kiev senza grandi cambiamenti. Vengono inflitti attacchi di artiglieria, scaramucce e battaglie posizionali. Di interesse è l'inizio della svolta nella regione di Gorlovka. Nel nord-est di Donetsk si nota che di notte Avdeevka è stato appianato il più possibile. Per 8 anni l'APU è riuscita a scavare qui abbastanza seriamente, le fortificazioni hanno tre linee di difesa. Da sud, le nostre truppe continuano a spostarsi qui, dopo aver aggirato Ugledar sul fianco e avanzando verso Pokrovsk.

Ma a Gulyaipol i nostri sono stati respinti nelle loro precedenti posizioni, come riportato, l'APU ha condotto un contrattacco. Nel nord della caldaia di Donetsk, le nostre truppe si stanno facendo strada da Izyum a Slavyansk. Si segnalano gravi cannonate. L'esercito della Repubblica popolare di Luhansk sta stringendo i pugni attorno all'agglomerato Severodetsk-Rubezhnoye nel quartiere, dove sono già in corso combattimenti.

Sulla direzione di Mariupol ci sono combattimenti che si confrontano con "Grozny" nel 99esimo. Un messaggio è arrivato dal DNR che la 53a brigata APU, che aveva subito perdite su larga scala, era stata completamente sconfitta.

Le forze armate ucraine hanno annunciato oggi cambiamenti di personale nel personale di comando superiore. È stato nominato un nuovo comandante dell'Agenzia per la protezione ambientale dell'Ucraina.
I missili Tochka-U stanno colpendo ancora Donetsk, oggi arriva nella zona residenziale di Makeyevka. E in una serie di insediamenti lungo i corridoi verdi ci sono state evacuazioni di civili, che non possono che gioire.

Per oggi è tutto, ma continuiamo a monitorare la situazione.

FONTE TELEGRAM READOVKA https://t.me/readovkanews/28393

Di seguito i dettagli dei giorni scorsi

Dal gruppo Telegram Intel Slava https://t.me/intelslava

Mappa delle operazioni militari in Ucraina dell'ultimo giorno, 1 marzo 2022
Mappa delle operazioni militari in Ucraina dell'ultimo giorno, 2 marzo 2022
Mappa delle operazioni militari in Ucraina nell'ultimo giorno, 03.03.2022

Mappa attuale degli eventi in Ucraina la sera del 3 marzo. Tra i principali eventi:

Avanzamento delle nostre truppe nella direzione sud-ovest nell'area di Voznesensk.

Attacchi aerei hanno colpito unità militari nella regione di Odessa, sulla costa del Mar Nero.

Enorgodar è stata presa e i combattimenti a Mariupol e Kharkov continuano.

Le nostre truppe avanzano lentamente ma inesorabilmente. A Novoaydar, le truppe della Milizia popolare della Repubblica popolare cinese e l'esercito russo hanno unito le forze.

Sul fronte settentrionale nella regione di Kiev si sono verificati anche combattimenti locali e avanzamenti verso sud-ovest, il cui scopo, a quanto pare, sarà quello di bloccare la capitale ucraina.
Informazioni aggiornate sulle operazioni militari la sera del 4 marzo 2022

A prima vista, l'immagine in prima linea non è cambiata molto rispetto a ieri, ma questo è solo a prima vista.

Nella direzione sud-ovest oggi ci sono piccoli combattimenti vicino a Nikolaev.

Dopo il rumore notturno, Energodar è ancora completamente sotto il controllo russo senza gravi conseguenze. Insieme alle forze del DNR, l'esercito russo continua a spostare il fronte a nord.
Le forze della Federazione Russa e della Repubblica popolare di Luhansk avanzano verso di loro da nord.

A Kharkov sono ancora in corso lunghi combattimenti, ma sembra che le forze dell'Armata Z siano finalmente riuscite a prendere il controllo della tangenziale e bloccare così completamente gli ingressi alla città. Ad ovest di Kiev ci sono pesanti combattimenti nell'area di Bucha e Irpen, secondo alcune informazioni, in questa direzione, le forze russe hanno ottenuto un notevole successo.

Ma quello che abbiamo appreso oggi esattamente, grazie alla segnalazione del primo canale: Gostomel è ancora sotto il nostro controllo.
Mappa delle operazioni militari in Ucraina la sera del 5 marzo 2022

Era il giorno più tranquillo dall'inizio dell'operazione. Forse la modalità silenzio ha influenzato.

Sulla mappa è segnato il corridoio umanitario, lungo il quale nessuno è stato evacuato. Speriamo sia ancora utile.

Dei combattimenti, notiamo nella direzione sud-occidentale dei combattimenti in direzione di Voznesensk-Pervomaisk, in quest'area hanno confermato le informazioni sull'uso dello sbarco da parte dell'esercito russo.

Nella parte sud-orientale delle forze russe, il DNR avanza verso nord, avvicinandosi a Gulyaipol.

Uno sciopero spot ha distrutto il Centro di controllo dello spazio esterno dell'APU a Velikodonsk, nella regione di Odessa.

A ovest, l'esercito russo avanza verso Kiev, dove sono concentrate molte forze. Vale la pena ricordare che entrambe le parti oggi hanno riferito di aerei abbattuti. A giudicare dalle colonne di equipaggiamento nel video dell'Irpen, oggi la città è sotto il nostro controllo.
Mappa attuale delle operazioni militari al 6 marzo 2022

Il momento più rumoroso dell'azione militare di oggi è un potente attacco "Calibre" sull'aeroporto di Vinnytsia. Esplosioni sono scoppiate a Ovruch, Kharkiv, nella regione di Kyiv, Mariupol e Donetsk.

Tra i successi al fronte, notiamo l'avanzata delle nostre truppe a Zaporozhye in direzione nord, dove l'esercito russo, a quanto pare, ha quasi raggiunto la regione di Dnepropetrovsk. Le forze russe sono quasi entrate nelle retrovie del gruppo di Donetsk dell'APU. A Izyum, che è molto ben fortificato, sono in corso seri combattimenti.

Secondo i rapporti dell'APU, abbiamo appreso che le nostre truppe stanno cercando di sfondare la diga del bacino idrico del Kanin. I combattimenti ripresero nell'area di Chernihiv e grandi forze nemiche rimasero in città.

Ora un cucchiaio di catrame. Mariupol non è preso "sul ring" come abbiamo precedentemente disegnato, da ovest e nord dell'APU rimane un corridoio, un'uscita diretta per Zaporozhye, l'abbiamo segnato in blu. Stiamo fallendo anche nel sud-ovest. Dopo la controffensiva dell'APU nell'area di Voznesensk, la nostra ha dovuto ritirarsi. Anche vicino a Nikolaev fu necessario ritirarsi.
Mappa attuale delle operazioni militari per la sera del 7 marzo 2022

A quanto pare, a causa del "regime del silenzio", la situazione sui fronti, salvo rare eccezioni, era piuttosto tranquilla. Per la prima volta da molto tempo, non si sono sentiti spari a Bucha, Irpen e Gostomel.

Periferia da ovest di Kiev sotto il controllo russo, il Gruppo V avanza verso sud.
Le esplosioni oggi hanno tuonato a Lugansk, Kramatorsk, Nikolaev e vicino a Odessa sono arrivate di nuovo "calibro". Battaglie particolarmente accese sono state combattute tutto il giorno a Izyum e, secondo recenti rapporti, la città è stata presa sotto il nostro controllo.

Tra i successi segnaliamo anche l'avanzamento del DNR ai confini della regione di Zaporozhye. L'esercito russo ha circondato Gulyaipole su tre lati senza molta resistenza e continua a muoversi lentamente più a nord.

Bene, va notato che Mariupol è finalmente riuscito a prendere un blocco operativo.
Mappa attuale delle operazioni militari del 08.03.2022

Oggi è stato nuovamente dichiarato il silenzio e l'evacuazione è fallita di nuovo. A quanto pare, per questo motivo, le prime linee sono tornate tranquille. Be 'quasi.

Prima del silenzio, nella notte, ci sono stati diversi scioperi nella zona di Zhytomyr, Kiev e Kramatorsk. Spari sono stati sentiti oggi a Mariupol, Kharkiv, Donbass e nel nord di Nikolaev.
La lotta per Gulyaipole va avanti da ieri. A Izyum, secondo la gente del posto, ci sono truppe russe, ma ci sono ancora disordini.

Noteremo anche i successi dell'esercito della Repubblica popolare cinese nella regione di Severodonetsk-Lisichansk, che sono praticamente inclusi nell'anello.

Nella parte occidentale di Kiev, nell'area di Brovary, sono stati visti gruppi del nuovo esercito "O" e si sono sentiti anche spari. Inoltre, ci sono state segnalazioni di incursioni sovversive dell'APU nella parte posteriore delle nostre truppe, che sono penetrate nel bacino idrico a nord di Kiev.
Mappa attuale delle operazioni militari del 09.03.2022

Ancora un regime di silenzio, e praticamente su quasi tutti i fronti c'è un raggruppamento delle nostre truppe. Di notte c'è stato un massiccio attacco aereo nella zona di Balakleya, che era stata presa da tempo. Si è scoperto che l'APU ha cercato di contrattaccare da ovest, ma è stato respinto.
Si prende l'uvetta, si ripulisce il quartiere. I compagni sul campo riferiscono che l'esercito della Repubblica popolare di Luhansk sta bloccando le forze dell'APU a nord del fronte di Donetsk, nel distretto di Rubezhnoye-Severdonetsk-Lisichansk. A sud di questo fronte, il DNR sta avanzando con successo in direzione nord. L'esercito del Ministero della Difesa della Federazione Russa si muove in parallelo, scorrendo intorno a Gulyaipole.

A Kiev - combattendo a est sulla linea Brovary-Borispol ea est - per Fastov. Un incidente interessante si è verificato quasi al confine tra l'Ucraina e la Slovacchia, nel nord di Uzhgorod. C'è stato un grave scontro tra l'APU e la difesa locale, il ponte è stato distrutto. Non si sa cosa abbia causato il conflitto. È tutto quello che abbiamo.
Mappa delle ostilità del 10 marzo

Attenzione! Abbiamo chiarito i confini dei fronti a nord! Non abbiate paura che il rosso sia diventato meno, non ci stiamo ritirando, anzi - in queste aree abbiamo la promozione e il rafforzamento delle posizioni, sono apparse solo informazioni più rilevanti su questi luoghi. Cerchiamo di darvi il materiale più fresco e più oggettivo!

La pulizia continua a Mariupol. Promozione nella parte settentrionale e orientale della città. Zaporozhye: le forze armate russe aggirano Gulyaypole da est e stanno avanzando verso nord-est. Da nord, questo fronte è pressato dalle forze del DNR. A Severodonetsk - Lisichansk, i combattimenti continuano nell'area dell'agglomerato. I combattimenti continuano a Kiev a ovest e ad est della città. Brovary è ancora sotto l'APU, ma stiamo avanzando verso sud e sud-ovest, scorrendo attorno alla fortificazione dell'APU.

I movimenti più interessanti di oggi nell'area di Nikolaev, è iniziata l'offensiva di successo contro Krivoy Rog e Nikopol. In queste aree sono stati effettuati anche attacchi missilistici.
Mappa attuale per la sera dell'11 marzo

La notizia principale di oggi è la cattura di Volnovakha da parte delle nostre truppe, ora di sicuro! Un po' più a nord, il nostro esercito e il DNR occuparono molti altri insediamenti e si avvicinarono a Ugledar. Colpi di punta sono stati inflitti alle città di Lutsk, Ivano-Frankivsk, il Dnepr, nonché alla periferia di Kiev, dove sono in corso intensi combattimenti da entrambe le parti. Ci sono anche successi e progressi a Mariupol.
Abbiamo quasi occupato il nord della zona di Nikolaev, ma da sud il sindaco Kim cerca di andare in contropiede. Anche un contrattacco dell'Apu nel sud di Izyum, il risultato è ancora sconosciuto.

Sono in corso bombardamenti reciproci a Gorlovka, Kharkiv e Severodonetsk. Ci sono voci sull'ingresso di truppe bielorusse in Ucraina.
Mappa delle ostilità della sera del 12 marzo

Oggi il fronte non ha portato nuove scoperte. L'avanzata di maggior successo è nel sud-est, dove le nostre truppe, insieme all'esercito della DPR, stanno avanzando verso nord e si avvicinano a Ugledar. A quanto pare, l'assalto sta per iniziare. A ovest, a Gulyaipole sono in corso combattimenti.
Ci sono aspre battaglie a Mariupol, l'anello si sta restringendo sempre di più, la forza e lo spirito delle forze armate ucraine si stanno esaurendo. A Nikolaev è in corso il bombardamento di posizioni alla periferia della città, la città è bloccata, non ci sono risultati del contrattacco annunciato e intrapreso dal sindaco. Nel nord della regione le truppe russe sono puntate verso Krivoy Rog, ci sono scaramucce non molto intense. Oggi Donetsk è stata più volte bombardata dalle forze armate ucraine, tutti gli obiettivi sono oggetti pacifici: un collegio, un mercato e una stazione del Ministero delle situazioni di emergenza. Tali bombardamenti non hanno alcun compito strategico, sono più simili a una vendetta.
L'LNR sta combattendo battaglie ostinate a Severodonetsk, Rubizhne è bloccato. Combattimenti in corso nel sud di Izyum, l'esercito delle Forze armate ucraine sta cercando di contrattaccare qui per frenare l'avanzata su Kramatorsk-Slavyansk. A Kharkov senza cambiamenti visibili. A Kiev, i combattimenti sono ancora in corso nei distretti occidentale e orientale della città, le forze armate RF hanno in programma di spostarsi a sud per bloccare completamente la città, ma non si risolve rapidamente.

A Chernigov questa notte è stato effettuato un attacco aereo su un hotel dove erano di stanza mercenari stranieri. Inoltre, oggi sono esplose esplosioni a Vasilkov, Brovary, Sumy, Kropyvnytskyi, Transcarpazia e nella regione di Rivne.

Tutti quelli che seguono il fronte aspettano la seconda fase, che, secondo indiscrezioni, sta per iniziare. È tutto.
Mappa delle ostilità della sera del 13 marzo

L'evento militare di più alto profilo è stato un attacco mirato con armi di precisione ai centri di addestramento delle forze armate ucraine nel villaggio di Starichi e al campo di addestramento militare Yavorivskiy nella regione di Leopoli. Vi erano di stanza mercenari stranieri, si parla di 180 morti.
Per quanto riguarda Izyum, la situazione si è chiarita: i combattimenti sono ancora in corso nella parte meridionale della città. Lì, su una specie di penisola, che forma l'ansa del fiume Seversky Donets, si trincerò un battaglione nemico. I ponti sul fiume sono stati fatti saltare in aria dalle forze armate ucraine. Rimaneva solo il ponte pedonale, che non senza difficoltà è tenuto dai nostri fucilieri a motore. Sotto Izyum, le nostre truppe hanno allestito pontoni, ci sono state battaglie vicino a loro per due giorni, ma alla fine le nostre sono riuscite ad attraversare e continuare ulteriormente l'offensiva. Nelle battaglie per Izyum, abbiamo dovuto sfondare una seria difesa organizzata dalle forze armate ucraine.

L'esercito LPR continua la sua offensiva nell'area dell'agglomerato di Severodonetsk, l'artiglieria sta lavorando sodo. I combattimenti sono in corso a Rubizhne, Popasnaya. Sul resto del fronte di Donetsk ci sono anche progressi, esplosioni a Slavyansk, Kramatorsk, Ugledar, Avdeevka. E le forze armate ucraine in risposta hanno nuovamente colpito il mercato di Donetsk. Sono arrivate informazioni che il nostro è entrato a Gulyaipole, ma i combattimenti lì continuano, sparano anche a Ugledar, aggirandolo dai fianchi.
A Kharkov e Mariupol, il quadro è lo stesso di ieri. Esplosioni e sparatorie urbane.

Nella regione di Nikolaev, le nostre truppe stanno rafforzando ed espandendo le loro posizioni. Nikolaev viene bloccato da tre lati, vengono inflitti colpi puntuali.

Sul fronte di Kiev, la notizia principale di oggi è l'arrivo di Kadyrov. I combattimenti continuano nelle stesse direzioni.
Mappa delle ostilità per la sera del 14 marzo

L'evento più rumoroso di oggi è stata la tragedia di Donetsk, che ha bloccato altri rapporti dal fronte. L'APU ogni giorno colpisce nelle aree di Donetsk, dove non ci sono infrastrutture militari. Oggi, proprio sopra il centro di Donetsk, la difesa aerea ha abbattuto un missile "Point-U", che ha ucciso circa 20 civili, compresi bambini. Come misura di ritorsione, il ministero della Difesa russo ha annunciato lo smantellamento delle complesse imprese militari-industriali ucraine che producono armi usate dai nazionalisti. Il ministero ha avvertito i cittadini ucraini che lavorano in queste imprese, così come i residenti delle case vicine, di lasciare le aree potenzialmente pericolose.

Nella zona di Nikolaev oggi senza modifiche. L'esercito russo si sta rafforzando in quest'area, bombardando le posizioni nemiche.

Sul fronte orientale, avanzamento diffuso e intensi combattimenti. Tra Vasilievka e Zaporozhye, le fortificazioni dell'APU vengono bombardate. I combattimenti continuano a Gulyaipol. L'informazione è contraddittoria, alcuni dicono che abbiamo occupato la città, altri dicono che nessuno è entrato in città. Ugledar ha aggirato il fianco e bloccato, avanzando a nord. Si sono intensificati i combattimenti sulla linea di Donetsk, il nostro sta cercando di passare all'offensiva nella zona di Avdeevka. A nord, l'esercito della Repubblica popolare di Luhansk sta affollando l'APU a Severodonetsk e Rubezhnoye. Nell'area di Izyum, le forze armate della Federazione Russa stanno avanzando in direzione sud, le unità avanzate sono già a 15 km da Slavyansk. La Vergine.

A Mariupol ci sono aspre battaglie cittadine. Il leggendario comandante della milizia DNR, Clooney, è morto oggi. È stato riferito che sono arrivati ​​rinforzi: 5.000 soldati Rosguard.

Forti esplosioni e colpi di artiglieria sono stati uditi a Kharkov nell'area di Severnaya Saltovka, Dergachi e Malaya Rogana, dove sono stati segnalati combattimenti. A quanto pare l'obiettivo è interrompere la comunicazione di Kharkiv con Chuguev.

A Kiev la disposizione sui fronti è la stessa. Sono stati segnalati attacchi di alta precisione alle strutture infrastrutturali, in particolare un grande deposito di munizioni per MLRS è stato distrutto vicino allo stabilimento di Antonov. Inoltre, un missile è stato lanciato contro l'impianto Impulse nella regione di Sumy e la torre televisiva di Rivne è stata chiusa.

FONTE: https://t.me/readovkanews