Italia: il governo aiuta i migranti finanziariamente a discapito degli italiani!!!

prestiti-per-stranieri-640x342

Riportiamo la notizia rilanciata da Egalité et Réconciliation. Il governo pensa solo ed esclusivamente agli immigrati. Del cittadino italiano non interessa alcunché. Mi chiedo come fa il popolino italiano a sopportare una tale indecenza e disumanità. Nessuno aiuto viene fornito all’italiano. Prima fanno arrivare arrivare gli immigrati, spendiamo miliardi di euro per il loro mantenimento, e poi li incentiviamo a tornare a casa loro con altri miliardi di euro. Siamo alla pazzia totale!! Questa è la sinistra neoliberista italiana ed europea. Siamo a livello di CRIMINI CONTRO L’UMANITA’!!

Italie : le gouvernement aide les migrants financièrement au détriment des Italiens

Il governo di sinistra italiano ha un piano per finanziare i sogni dei clandestini!

Da 400 euro per le prime spese a 1.600 euro per la loro reintegrazione.

Se sei italiano e se vuoi ricominciare la tua vita da capo arrangiati, il governo non ti aiuterà. Se, invece, sei immigrato ti costruiranno ponti d’oro!

Matteo Renzi, il capo del governo, e il suo ministro dell’Interno, Angelino Alfano, hanno rilanciato per la terza volta il progetto per incentivare i ritorni volontari in patria di cittadini provenienti da Colombia, Ecuador, Perù, Ghana, Marocco, Nigeria e Senegal tramite un percorso di reinserimento socio-economico in accordo con i rispettivi consolati del loro Paese di origine.

Oltre al pagamento delle spese di viaggio avranno anche diritto a una somma di 400 € per le spese di prima necessità e una seconda tranche per l’attuazione del piano di reinserimento pari a 1.600 € per ogni individuo o per il capo famiglia aumentato di 800 € per ogni maggiorenne a carico e di 480 € per ogni minorenne a carico.

Il deputato della Lega Nord, Paolo Grimoldi, ha vigorosamente protestato contro questo progetto assurdo:”è una follia. Queste persone possono essere rimpatriate gratuitamente senza dare loro un centesimo. Mettiamoli dentro gli aerei e rimandiamoli nel loro paese. Questi soldi dovrebbero essere utilizzati per aiutare i nostri anziani in difficoltà, quelli che hanno problemi di abitazione, i disoccupati o quelli che hanno una persona malata a carico o in grave handicap che non ottengono aiuto da parte dello stato o dalle organizzazioni sociali”.

Bisogna sapere che attualmente il governo italiano sta considerando molto seriamente l’ipotesi di ridurre le pensioni degli anziani al fine di sopportare un welfare sempre più deficitario.

Ma chiudere le pompe aspiranti dell’immigrazione-invasione per limitare e tamponare il buco del welfare non viene nemmeno in mente.

 

L’Italia ricopre d’oro i migranti per “costruirsi” una nuova vita